Christine Lagarde, aiuti fino a quando serve

giovedì 12 novembre 2020

Il nostro editorialista Davide Giacalone, nel consueto appuntamento quotidiano con la rassegna stampa, è partito dalle parole della Presidente della Banca Centrale Europea, Christine Lagarde. La numero uno dell’Istituto di Francoforte ha assicurato che i sostegni all’economia dell’Unione continueranno per tutto il tempo necessario, sia a coprire la fase di attesa dell’arrivo del vaccino, sia quella immediatamente successiva. 

Parole molto importanti, ha sottolineato Davide Giacalone, purché l’Italia decida finalmente di fare la propria parte. Non è possibile, ha ricordato, che nel nostro paese si sia sempre pronti a invocare i soldi dell’Unione Europea, ma poi altrettanto incapaci a sfruttare adeguatamente i fondi europei. Le classifiche parlano chiaro: noi siamo bravissimi nello spendere soldi per fare nuovo debito, ma siamo molto meno bravi a sviluppare gli investimenti. Ricordiamo che saranno questi ultimi a definire il nostro futuro prossimo.


Sul caso Autostrade, Davide Giacalone ha sottolineato che non deve essere mai perso di vista un elemento: il ruolo di controllo, che non può che ricadere sul ministero e dunque il governo. Aspettando che le inchieste facciano la chiarezza necessaria - ricordiamo che gli arresti di ieri non sono legati al crollo del ponte Morandi - è bene che il governo si astenga da nuove dichiarazioni roboanti sulla concessione ad Autostrade. 

Se hanno, conclude Giacalone, elementi per revocarla lo facciano. Andare avanti in questo modo, dopo due anni e mezzo, è insostenibile. 


Davide Giacalone ha parlato della consueta classifica delle migliori scuole d’Italia, notando come la graduatoria non venga mai utilizzata per quello che dovrebbe essere il suo scopo, premiare gli istituti più meritevoli, 

in modo da assegnare loro più fondi, per formare al meglio i nostri ragazzi. 


Per chiudere il suo intervento di oggi, Davide Giacalone ha chiesto un regalo a Babbo Natale: che possa portarci la fine di questo regionalismo, in modo particolare nella Sanità. È assurdo quello a cui stiamo assistendo, ha esclamato, a cominciare dal fatto che esistano dei Comitati Tecnico Scientifici per ciascuna regione, contribuendo ad alimentare una confusione insostenibile. 


L’opinione di Davide Giacalone del 12 novembre 2020, all’interno di Non Stop News, con Giusi Legrenzi, Pierluigi Diaco e Fulvio Giuliani

Condividi questa puntata:

Il punto di vista di Davide Giacalone sulle tematiche più importanti della giornata.