Francia sotto attacco, il killer tunisino sbarcato a Lampedusa

venerdì 30 ottobre 2020

Nella rassegna stampa Davide Giacalone è partito dalla notizia dell'attentato a Nizza, due decapitati, il tunisino responsabile dell'attacco era arrivato a Lampedusa: "Oggi la Francia è la nostra trincea, oggi diciamo Viva la Francia! Sarà bene fare accertamenti internazionali per capire chi lo ha mandato, perché è chiaro che questo tunisino è venuto in Europa per compiere attentati, è un killer mandato ad agire. Sta bestemmiando il suo Dio, il mondo islamico deve ripetere che questi soggetti sono nemici di Dio. Il problema è che si crea un rifiuto dell'Islam, come se l'Islam fosse tutto così. Erdogan e i turchi fanno parte della Nato: credo sia nostro compito fermarlo". 


Su un possibile prossimo lockdown in Italia: "Bisogna decidersi, non ha senso l'avvicinamento progressivo verso la chiusura totale. E' una questione di numeri: bisogna anticipare la diffusione del virus, non rincorrerla; se chiusura deve essere, che sia subito. Se ci arrivi a spizzichi per dare il tempo che l'opinione pubblica si convinca, vuol dire che non so assumermi le mie responsabilità e forse è il caso che qualcuno si occupi di qualcosa di diverso".


Sui dipendenti sanitari e quota 100: "Il 17% dei dipendenti pubblici se ne è andato in pensione con questo sistema, legittimamente. Ma quelli che hanno varato quota 100 si sono posti il problema del rimpiazzo? Prima sostenevano che per ogni mondo della sanità ora sono un problema. Questi cambiamenti pensionistici andrebbero valutati anche alla luce della possibilità economica di un Paese".


Sulla scelta di Bolzano di non aderire alle restrizioni italiane anti Covid: "Hanno deciso di seguire le regole austriache perché provincia autonoma, non dimentichiamo che è Italia, e questo andrebbe ricordato ai governatori. 

Devono seguire le regole italiane, che sono anche belle rispetto a molti altri".


Sul Covid e le novità della scuola, con la storia che arriva dalla provincia di Salerno dove una prof di latino in didattica a distanza ha chiesto ad alcune studentesse di sostenere l'interrogazione in video bendate, per non sbirciare gli appunti: "Anche in classe si può sbirciare o allungare l'orecchio per un suggerimenti, ma non basta sbirciare per rispondere bene. La cultura consiste nel sapere dove cercare le risposte". 


Dal Regno Unito: il partito laburista condanna l'ex leader Corbyn per antisemitismo: "E' una storia vecchia, lui si mascherava dietro alla questione palestinese ma aveva atteggiamenti antisemiti, sono anni che glielo si fa notare. I laburisti devono dimostrare ai propri elettori che sono indignati per aver avuto un capo antisemita".


L’opinione di Davide Giacalone del 30 ottobre, all’interno di Non Stop News, con Barbara Sala, Enrico Galletti e Luigi Santarelli 

Condividi questa puntata:

Il punto di vista di Davide Giacalone sulle tematiche più importanti della giornata.