Ipotesi sblocco dal 27, la giustizia si salva on line

lunedì 20 aprile 2020

L’opinione di Davide Giacalone del 20 aprile 2020. In questa puntata: Regole più severe per la ripartenza. L’ipotesi dello sblocco previsto dal 27 per moda, auto e cantieri. I governatori: Salta la tregua. UE, Conte pensa al veto. L’Italia lasciata sola. Si dice,scettico sui salvastati , vedremo se la nuova linea di credito sarà senza condizioni. Il Mes ha una brutta fama, ricordiamoci della Grecia. L’UE ha bisogno di titoli comuni, la Germania è contraria, il suo bilancio commerciale viola le regole, è un freno. La giustizia si salva on line, ma da luglio è a rischio caos con i processi suddivisi, con i penali fino al 30 giugno con uso di teleconferenze esteso a indagini preliminari e udienze e quelli civili e amministrativi con la possibilità della trattazione scritta che facilita il processo digitale. All’ospedale Niguarda di Milano, ieri è stata chiusa una delle cinque terapie intensive. Una buona notizia che non certifica nessuna vittoria ma certifica un trend in discesa, Da oggi al via le procedure di concessione dei prestiti fino a 25,000 euro, accordati e concessi in circa 24 ore, per quelli con garanzia al 100% dello stato, per piccole e medie imprese. Per quelle superiori invece è tutto in ritardo perché Sace, che deve offrire la garanzia , non ha ancora pubblicato le linee guida. Lo stato di salute dell principali società partecipate. La partita sulle nomine. I vertici dei gruppi più grandi sono stati riconfermati  nell’accordo Pd-M5S, che però ha provocato molte polemiche.

Condividi questa puntata: