Siamo ancora lontani da tutto quello che serve a ripartire

venerdì 24 luglio 2020

Il nostro editorialista, Davide Giacalone, in rassegna stampa è partito dai temi economici, tra bilanci italiani ed europei.

Nuovo scostamento in arrivo dopo quelli di marzo e maggio alla luce degli interventi in risposta alla crisi innescata dal Covid-19. Continua intanto il dibattito sull'utilizzo del meccanismo europeo di stabilità (MES). Al parlamento europeo, Movimento cinque stelle, Lega e Fratelli d'Italia votano congiuntamente un emendamento che chiede di escludere il ricorso al fondo come risposta all'emergenza sanitaria. Proseguono nel frattempo anche le indagini sulla caserma dei Carabinieri di Piacenza, con la nomina di un nuovo comandante e l'apertura di un'indagine parallela della corte militare. 

Tornando agli esteri, a Londra continuano le polemiche su presunti finanziamenti elettorali dall'estero.

"Anziché chiedersi come la Russia abbia potuto depistare il Regno Unito durante la Brexit, perché non si riprendono gli slogan della campagna? Non se ne troverà uno vero". Queste le parole di Giacalone, che torna a parlare anche di legge elettorale, vista la votazione decisiva di Italia Viva che affossa la calendarizzazione della proposta in Parlamento. "La legge elettorale è uno di quei temi che non interessano a nessuno. Le cose sono cambiate con l'ingresso del Partito democratico, che aveva posto come condizione per l'approvazione della riforma sul taglio dei parlamentari la riforma elettorale, "o almeno l'avvio dell'iter".


L’opinione di Davide Giacalone del 24 luglio 2020, all’interno di Non Stop News, con Barbara Sala, Enrico Galletti e Luigi Santarelli

Condividi questa puntata:

Il punto di vista di Davide Giacalone sulle tematiche più importanti della giornata.