Aldo Cazzullo: Dante inventò l’Italia ed è ancora attuale, anche commentando le elezioni di ieri

martedì 22 settembre 2020

Il nostro editorialista, Davide Giacalone, in rassegna stampa è partito naturalmente dall’esito dell’appuntamento amministrativo e referendario di domenica e lunedì. Secondo Giacalone, il netto successo del Sì conferma il voto parlamentare, ma pur sempre segnala una fortissima crescita del fronte del No, che nelle aule si era ridotto a non più del 2-3%. Nel paese, ha notato, c’è un 30% di fatto senza rappresentanza. Detto questo, ora si attendono la nuova legge elettorale e i nuovi collegi elettorali, un lavoro lungo e politicamente non facile, che non sarà la prima esigenza nelle prossime settimane. La stabilità di governo, sempre secondo Giacalone, è del resto aumentata con l’esito delle urne e adesso l’attenzione si dovrà forzatamente spostare sulla lavoro per il Recovery Fund. Un appuntamento da non mancare, a tutti i costi.

Il dott.Marco Cannavicci psichiatra e criminologo, è intervenuto a Non Stop News per parlare del caso di Torino, dove il padre ha ucciso il figlio undicenne e poi si è tolto la vita.

Francesca Pierantozzi da Parigi, sono intervenute per descriverci la situazione del covid In Francia e Gran Bretagna.

Esce per Mondadori “A riveder le stelle” di Aldo Cazzullo, vicedirettore e firma del Corriere. L’occasione sono i 700 anni dalla morte dell’“unico poeta che chiamiamo col diminutivo”, di cui abbiamo “familiarità e soggezione”, "colui che ha pensato gli italiani come dovrebbero essere e non sono mai stati" dichiara Cazzullo ospite di Non Stop News. "Dante ci ha dato un'idea di noi stessi e ha dato un'idea dell'Italia nel mondo" chiosa Cazzullo. 

Ospiti di Non Stop News, per chiudere la puntata di oggi, i direttori de La Nazione, Agnese Pini, e de Il Messaggero, Massimo Martinelli. Con loro, abbiamo approfondito i risultati dell’appuntamento referendario e amministrativo. Martinelli non ha dubbi: il grande vincitore di domenica e lunedì è stato il segretario del Partito Democratico, Nicola Zingaretti, capace di fermare l’assalto del centrodestra prima in Emilia-Romagna e poi in Toscana. Fra gli sconfitti, di riflesso, sempre secondo il direttore de Il Messaggero, indiscutibilmente il leader della Lega, Matteo Salvini. 

Secondo Agnese Pini, invece, la sconfitta del centrodestra in Toscana è stata determinata in modo particolare dal coinvolgimento delle tradizionali roccaforti rosse. Entrambi, poi, hanno sottolineato il gigantesco ruolo dei presidenti delle Regioni, in particolare in Veneto, Campania e Liguria. Risultato, secondo Pini e Martinelli, anche del decisionismo mostrato durante l’emergenza coronavirus dai governatori. Un ruolo che crescerà sempre di più.

Non Stop News condotto da Fulvio Giuliani, Pierluigi Diaco e Giusi Legrenzi

Condividi questa puntata:

Il magazine di informazione di RTL 102.5.