I cervelli in fuga dall’Italia e il concerto benefico di Mika per Beirut

sabato 19 settembre 2020

In Non Stop News la rassegna stampa insieme a Davide Giacalone. Ha suscitato grande dibattito la vicenda di un liceo romano in cui una vicepreside ha consigliato ad alcune studentesse di evitare di indossare gonne troppo corte. Sono le ultime ore, intanto, prima della chiamata alle urne per il referendum sul taglio dei parlamentari e per le elezioni amministrative in sette regioni italiane. L'Agcom segnala uno squilibrio a favore del 'sì' da parte di alcune emittenti. "Forse è un po' tardi per rendersene conto" segnala Giacalone. Sulle prime pagine dei quotidiani si parla ancora dell'indagine sui fondi della Lega, essendo emerse nuove evidenze, mentre impazzano le polemiche 

Christian Pradelli (MI Tomorrow): la nuova mobilità e i monopattini come status symbol. Impazza sempre più la moda dei monopattini elettrici nelle città. Non è raro leggere sui principali quotidiani di incidenti che coinvolgono diversi utenti che si affidano ai cosiddetti "mezzi di nuova mobilità". Un percorso nato con "una gestazione complicata. Prima c'erano pochi gestori" racconta Christian Pradelli, direttore di 'MI Tomorrow'. "Ora ce ne sono di più. L'utilizzo dei monopattini dipende anche dalla conformazione della città. Milano, ad esempio, può essere una città meno adatta di Roma, dove le distanze da coprire sono maggiori. Spesso il monopattino diventa uno status symbol". Le multe non mancano, ma il problema è nel mezzo: da un lato una gestione imperfetta, dall'altro il mancato rispetto delle regole da parte degli utenti.

Max Biaggi: assente Márquez, il motomondiale cerca il suo mattatore. Nuovo appuntamento con la MotoGP. Al via domani alle 14:00 il gran premio dell'Emilia-Romagna, sul circuito di Misano adriatico. "Non credo che la KTM possa arrivare tra i primi tre" commenta Max Biaggi, l'inviato speciale di RTL 102.5. "Dopo che è andato via Márquez​, alla Honda sembrano esserci dei problemi. Il pilota, comunque, fa ancora la differenza". Sull'apertura ad alcuni tifosi Biaggi racconta: "Un piccolo e timido tentativo che però è andato bene. Si ripeterà ancora, è una iniezione di fiducia per lo sport eper chi ama lo sport".

A proposito di Marc Márquez, il mattatore del campionato degli ultimi sette anni, non è ancora chiaro chi sia questa'anno il vero protagonista del motomondiale. "Al momento non c'è, è un campionato un po' pazzo, ma è bello così".


Cervelli in fuga dall’Italia, le storie (andata e ritorno) di Floria e Andrea. “We are back” è un’iniziativa in programma oggi pomeriggio a Genova, alle 15.00 ai Magazzini del cotone, per la sua seconda edizione. Si parlerà di cervelli in fuga, un tema che coinvolge molti giovani nati in Italia, ma anche di ragazze e ragazzi che tornano in Italia dopo esperienze di studio e lavoro in tutto il mondo. E’ ad esempio la storia di Floria Buzzone, architetto, che ha studiato e lavorato in Giappone, Francia e Olanda e ora è rientrata a Milano: “Sentivo quella internazionale come un’esperienza mancante – ha detto a Non Stop News –. Il Giappone è capitato quasi casualmente, dopo sei mesi lì però sono tornata in Italia. Mi ha aiutato vivere e lavorare all’estero, con ritmi di lavoro intensi. Nell’ambito dell’architettura, il mio settore, l’Italia offriva poco. Ora si stanno concretizzando nuove opportunità”. Molto simile la storia di Andrea Ansaldo, neolaureato in Economia dopo gli studi in Francia e un’esperienza lavorativa a Londra: “Sono partito per conoscere nuove culture e nuovi modi di fare – ha spiegato –. Dopo gli studi e il lavoro in Francia e Inghilterra però è nato in me il desiderio di tornare: il modo di vivere italiano non lo trovi all’estero. Credo che tra i miei coetanei spesso la scelta di lasciare il proprio Paese d’origine sia un po’ obbligata, spesso dall’assenza di opportunità lavorative”.


Mika: “I Love Beirut, il concerto virtuale per abbracciare la mia terra”. A un mese e mezzo dall’esplosione che il 4 agosto ha provocato centinaia di morti e feriti nella capitale del Libano, Beirut, il cantante britannico di origini libanesi Mika ha organizzato un grande concerto benefico che sarà trasmesso questa sera alle 21 in diretta su YouTube in quattro fusi orari. Si chiama “I Love Beirut” e Mika – che ha annunciato l’appuntamento in diretta a Non Stop News – si esibirà da un teatro vicino a Firenze, insieme a molti altri artisti uniti virtualmente, tra i quali Kylie Minogue, Laura Pausini, Rufus Wainwright e l’attrice Salma Hayek. All’indomani del disastro il cantante aveva firmato un accorato appello di vicinanza alla sua terra d’origine: “Dopo la notte arriverà l’alba. Conosco la tua resilienza, la tua forza, lo spirito di solidarietà nutrito dall’amalgama di culture che contraddistingue questo paese a metà strada tra il mondo arabo e l’Europa. Domani ti risolleverai come hai sempre fatto”.

Non Stop News  condotto da Barbara Sala, Enrico Galletti e Luigi Santarelli 

Condividi questa puntata:

Il magazine di informazione di RTL 102.5.