La ripartenza del Cinema, il giorno delle zanzare e l’attualità

giovedì 20 agosto 2020

Queste le notizie che Davide Giacalone ha commentato all’interno della Rassegna Stampa di oggi: dai sei anni a scuola con le mascherine, ma la crescita dei contagli mette a rischio la riapertura. Il vero problema però è la comunicazione confusa tra Governo e la dirigenza scolastica; in un’intervista a Repubblica l’ad di Telecom, Gubitosi, si dice pronto a fare la rete unica per la banda ultra larga ma il controllo deve restare a TIM; i conducenti scendono per un caffè alla stazione di Carnate, il treno riparte da solo e per fermarlo è stato necessario farlo deragliare. Ferito l’unico passeggero a bordo. Le condizioni dei treni locali sono ben note, ora occorre capire cosa sia successo; per l’Unione Europea il voto in Bielorussia è irregolare. Davide Giacalone ha sottolineato come non basti aprire le urne per avere un’elezione democratica. 

Abbiamo parlato di ripartenza del cinema con il giornalista cinematografico Antonio Bracco di Comingsoon. A metà luglio le sale hanno iniziato a riaprire con le pellicole rimaste in sospeso a marzo con il lockdown, a Ferragosto grazie alle arene estive gli incassi sono cresciuti in un periodo che tradizionalmente è di scarso afflusso. Con le dovute accortezze intanto si stanno terminando le riprese di film in lavorazione quali il sequel di Avatar e il cinepanettone di Boldi e De Sica ‘Natale su Marte’, sta per uscire invece, il 26 agosto, Tenet di Christopher Nolan su cui gli operatori del settore puntano molto per il rilancio. Attesa anche per la mostra del Cinema di Venezia in programma a fine mese: sarà un’edizione un po’ diversa senza la tradizionale calca sul red carpet.

“Don Mazzi: chi sa dirsi dei no diventa grande prima” è la frase che ci ha regalato oggi Don Antonio Mazzi, fondatore della comunità Exodus;

Oggi è la giornata mondiale della zanzara. Abbiamo parlato di queste e di altri insetti che invadono le case e delle malattie che possono trasmettere all'uomo con Gianumberto Accinelli, entomologo e autore dei libri "Altri fili invisibili della natura" e l'8 settembre uscirà il "Mio nonno era una scimmia".

Inquietante la curiosità che ci ha svelato Accinalli: “la zanzara è l’animale che uccide più persona al mondo. Chikungunya, Dengue, febbre del Nilo, malaria, Zika, sono solo alcune delle malattie che possono trasmettere”. Per farcele anche un po’ amare invece ci ha rivelato che il maschio di zanzare impollina i fiori del cacao da cui nasce il cioccolato. Tra i ragni invece il ‘Violino’ è l’unico ragno pericoloso in Italia ma lo fa solo se messo alle strette, infatti i sui morsi sono rarissimi.

Dopo il caso di una poliziotta sospesa per un tatuaggio, abbiamo chiesto a Claudio Pittan, per due volte miglior tatuatore italiano, se e come si possono rimuovere. Il professionista ci ha spiegato che un tatuaggio, se non lo si vuole ricoprire con uno più grande, si può togliere con il laser. Occorre fare più sedute il cui costo si aggira sui 200/400 euro l’una ed è un procedimento un po’ doloroso. Il suo consiglio però è, se si vuole avere un buon risultato, quello di rivolgersi sempre a dei professionisti. 

Ovviamente prima di tatuarsi, per non pentirsi poi, occorre pensarci bene: la sua esperienza gli ha permesso di capire che ci sono alcune zone più a rischio pentimento di altre - il collo e le mani ad esempio – e circostanze, come amori finiti come sono nati. Pittan tende a sconsigliare, se non addirittura a non fare, quel tipo di tatuaggi.

Abbiamo parlato con Umberto Brindani, direttore di Oggi, dell’attualità partendo da quello che è già stato definito il giallo dell’estate. Trovati ieri i resti di un bambino che probabilmente appartengono a Giole, scomparso insieme alla mamma nelle campagne di Caronia a Messina. I dubbi sulla vicenda restano ancora tanti, la dinamica di ciò che è successo deve essere ancora scoperta, resta in piedi l’ipotesi dell’omicidio-suicidio ma non ci sono certezze. Fa riflettere il fatto che dopo 16 giorni di ricerche il corpo del bimbo sia stato trovato a 200 metri dal luogo dove è stato visto l’ultima volta da un volontario, un carabiniere in pensione esperto cercatore di funghi.

La copertina di Oggi in edicola è invece dedicata a Massimo Giletti finito sotto scorta dopo una serie di interviste televisive contro la Mafia. Il presentatore ha ammesso di avere paura delle minacce dei boss ma ha ribadito la volontà di continuare la sua campagna antimafia.    

Non Stop News è condotta da Barbare sala, Enrico Galletti e Luigi Santarelli.


Condividi questa puntata:

Il magazine di informazione di RTL 102.5.