Non Stop News - l'emergenza immigrazione e la mostra del cinema di Venezia

mercoledì 02 settembre 2020

Nuova rassegna stampa questa mattina in Non Stop News insieme a Davide Giacalone. Dopo gli ultimi dati sull'occupazione diffusi dall'Istat, si nota come ci sia stato in Italia un incremento di posti di lavoro nel mese di luglio. Una parte importante di tale crescita è dovuta alla crescita dell'occupazione femminile; è pur vero che i dati vanno analizzati nel contesto della profonda crisi innescata dalla pandemia da Covid-19 che l'Italia e il mondo intero stanno attraversando. Tutto ciò mentre non si esaurisce e il dibattito sull'utilizzo dei fondi europei derivanti dal Next Generation EU: "Utilizzare quei fondi per abbassare la pressione fiscale sarebbe suicida, perché si lascia invariata la spesa e si crea debito solamente per tamponare il problema. Si abbassi la pressione fiscale, ma lo si faccia con il taglio della spesa pubblica". Sono queste le parole di Giacalone, che ha poi proseguito commentando la notizia di cronaca che arriva da un ospedale di Verona, dove un batterio killer presente nell'acqua ha ucciso diversi neonati e ne ha contagiati diversi altri.

​L'estate, per molti italiani, è ormai finita. Tra i più fortunati che sono riusciti ad andare in vacanza, non sono pochi quelli che sono riusciti a conquistare la tanto amata abbronzatura - la classica 'tintarella' - e che ora sono disposti (quasi) a tutto per mantenerla, fosse anche solo per conservare un ricordo della stagione più calda. Di questo e altro abbiamo parlato con il dottor Alessandro Martella, presidente dell'Associazione italiana dermatologi ambulatoriali. "L'abbronzatura è un tipo di protezione che la nostra pelle sviluppa contro i raggi solari. È quindi buona norma provare a mantenerla. È possibile farlo utilizzando dei detergenti oleosi e non aggressivi, in modo tale da non provocare una eccessiva desquamazione della pelle". Sono questi i consigli del dottor Martella, che si rivolge poi a tutti coloro che hanno intenzione di ricorrere a delle lampade artificiali per abbronzarsi: "La letteratura scientifica è ormai chiara. Le sedute di lampade artificiali sono fortemente sconsigliate".

Periodo di ripartenza per molti settori del Paese. Con fatica si torna ai normali ritmi, anche per il settore cinematografico. Al via oggi la settantesima mostra del cinema di Venezia. "Sarà un'edizione sicuramente particolare" ci racconta Emiliano Cecere, direttore editoriale di cinematographe.it. "È stato necessario, addirittura, installare un muro di due metri lungo il red carpet per evitare che i fan si ammassassero lì intorno per provare a interagire con le star". Tanta Italia in questa edizione, con ben quattro film, tra cui "Padrenostro" di Pierfrancesco Favino, secondo Cecere "uno dei migliori attori del panorama italiano". La madrina dell'evento quest'anno sarà Anna Foglietta.

​Sono giorni sicuramente particolari per gli studenti e, più in generale, per i giovani. E non a causa degli effetti economici e sociali della pandemia da coronavirus, bensì per la ripartenza delle lezioni e dell'università. In molti iniziano a pensare al proprio futuro lavorativo e al loro futuro accesso nel mondo del lavoro. "Le competenze digitali sono sempre più importanti" evidenzia il professor Serafino Negrelli, docente di sociologia dei processi economici e del lavoro presso l'università Milano Bicocca. Le opportunità non mancano, e i settori sono sempre piaciuti vari, mediazione interculturale, digitale, sanità. "Proseguire gli studi è sempre un vantaggio" ricorda il professor Negrelli, un vantaggio per tutti quei ragazzi che dovessero ritrovarsi in competizione con dei propri coetanei o colleghi nell'ambire a un particolare posto di lavoro.

​Sono ore concitate nel Mar Mediterraneo. Il Viminale ha annunciato l'arrivo di una nuova nave a largo delle coste italiane, e a Lampedusa l'emergenza immigrazione si fa sentire. Oggi il sindaco Martello e il governatore Musumeci saranno a Roma per discutere dell'emergenza insieme al presidente del Consiglio Conte. Ne abbiamo parlato insieme a Oliviero Forti, responsabile immigrazione della Caritas. "Sarebbe stato necessario agire in maniera comune negli scorsi anni. La ripartizione, ad oggi, funziona lentamente". Sulla soluzione di utilizzare delle navi per la quarantena, Forti commenta: "Staremo a vedere se è questa la soluzione migliore".

Non Stop News condotto da Barbara sala, Enrico Galletti e Luigi Santarelli


Condividi questa puntata:

Il magazine di informazione di RTL 102.5.