Boom di presenze alla Fiera Più libri Più liberi di Roma. Il tema di quest'anno è Libertà

09 dicembre 2021, ore 15:00
di Pietro Sorace

Code infinite per ZeroCalcare, protagonista assoluto della manifestazione. Fumetti sempre più protagonisti delle vendite e presenza record. L'omaggio ad Andrea Camilleri

Bisognava celebrare i 20 anni dalla prima edizione della Fiera della Piccola e Media editoria, e una festa in grande stile è stata, dal 4 all’ 8 dicembre, al Centro Congressi “La Nuvola” di Roma. Il tema scelto per questa edizione è stato La Libertà. Come afferma la presidente della Fiera Annamaria Malato si tratta di “un concetto fondamentale per le vite di tutte e tutti, che la Fiera dei piccoli e medi editori contiene nel suo stesso nome” e che quest’anno ha voluto dedicare alla ripartenza dopo lo stop forzato dalla pandemia. Infatti la diciannovesima edizione non si è potuta fare, indovinate un po’, causa COVID. Ma questa lunga attesa non ha permesso agli editori e ai lettori di perdersi d’animo. Infatti i numeri delle vendite dei libri sono in continua crescita e per il 2021 ci si aspetta un altro +15% rispetto al 2019, nonostante il 2020 avesse già fatto schizzare le vendite “grazie” al lockdown. Un po’ di numeri: gli editori, con i loro stand, sono stati 480, oltre 500 le conferenze con gli autori, tra cui il premio Nobel per la Letteratura Vargas Llosa. In tutto ci sono stati oltre 1200 ospiti nazionali e internazionali.

FUMETTO CAMPIONE

Il genere che è andato per la maggiore in Fiera quest’anno è indubbiamente il fumetto e la sua variante giapponese, il manga. Una tendenza che rispecchia le scelte dei lettori in Italia sempre più attratti dalle arti grafiche. Le file pressoché chilometriche che giravano attorno al perimetro della Fiera nei giorni in cui c’è stato (o per le conferenze o per il firmacopie) ZeroCalcare sono testimonianza di ciò. Un fenomeno, il suo, che ha fatto da traino a tutta una serie di fumettisti e fumettiste che hanno animato gli eventi della fiera: da Fumettibrutti a LRNZ ce n’era per tutti i gusti, a testimonianza di un’affermazione ormai trasversale tra età e classi sociali di un genere che è molto più diretto e incisivo e che attira tantissime persone che preferiscono o hanno imparato a scegliere anche altro alla letteratura classica.

Boom di presenze alla Fiera Più libri Più liberi di Roma. Il tema di quest'anno è Libertà

UN SUCCESSO

Fabio Del Giudice, direttore generale dell'Associazione Italiana Editori e della Fiera ha poi comunicato, nell’ultima giornata dell’evento, che sono stati registrati intorno ai 90 mila ingressi: un risultato eccezionale considerando che nel 2019, quando non si era nel pieno di un freddo inverno di pandemia, era stata raggiunta la cifra record di oltre 100 mila partecipanti. Emozionante inoltre l’evento conclusivo della Fiera, presso l’Auditorium della Nuvola, dedicato al maestro Andrea Camilleri, che per tanti anni era venuto a chiudere la manifestazione, con la lettura di alcune sue lettere inedite, recitate dall’interprete del Commissario Montalbano, Luca Zingaretti. Infine da rilevare una grandissima presenza di giovani per tutti i giorni della Fiera; segno che investire in iniziative culturali con un ricco e variegato programma porta i suoi frutti e da l’opportunità a tanti ragazzi di ritrovare, tra i libri, una mattinata o un pomeriggio di libertà.

Tags: Andrea Camilleri, Fumetti, Libri, Luca Zingaretti, Più libri più liberi, Roma, Zerocalcare

Share this story: