Elezioni, la Russia piomba sulla campagna elettorale, la Lega e Salvini finiscono di nuovo nel mirino

28 luglio 2022, ore 19:00

Il Carroccio bolla le indiscrezioni come ‘fesserie’ e ‘fake news’ ma intanto tutti i partiti chiedono chiarimenti in Parlamento, e Partito Democratico Italia viva, Insieme per il futuro e Movimento Cinque Stelle invocano un'informativa urgente alle Camere

Le notizie apparse su La Stampa "circa l'attribuzione all'intelligence nazionale di asserite interlocuzioni tra l'Avvocato Capuano e rappresentanti dell'Ambasciata della Federazione Russa in Italia, per far cadere il Governo Draghi, sono prive di ogni fondamento" secondo il sottosegretario Gabrielli. E La Stampa precisa che i documenti visionati "sono una sintesi informale del lavoro d'intelligence sulla vicenda, comunicati ai competenti livelli istituzionali". Secondo Matteo Salvini sono "fesserie" ma intanto tutti partiti chiedono che la Lega chiarisca e Pd e Iv invocano un'informativa urgente. E tutto appare legato ad Antonio Capuano.


Antonio Capuano

Il suo nome, legato ai dossier Lega-Mosca, era salito alla ribalta quando si scoprì che era stato lui il regista del viaggio, una "missione di pace" che Matteo Salvini avrebbe dovuto compiere in Russia il 29 maggio dopo l'esplosione della guerra con l'Ucraina per chiedere un cessate il fuoco a Putin. Viaggio, poi, mai effettuato, inabissatosi dopo le polemiche legate all'iniziativa non concordata col Governo e che ha attirato anche l'attenzione del Copasir: la figura di Antonio Capuano, ex deputato napoletano di Forza Italia, ora ritenuto vicino alla Lega, ritorna di nuovo in primo piano: Capuano, 50 anni, ha iniziato la sua carriera politica come consigliere comunale a Frattaminore, in provincia di Napoli, dal 2005 al 2012. E' stato deputato con Forza Italia dal 2001 al 2006, quattordicesima legislatura, facendo parte della commissione Lavoro pubblico e privato. Alla fine del suo incarico parlamentare esce dai radar della politica nazionale, fino a tornarvi per la vicenda del viaggio a Mosca.


Meloni

Da parte sua la presidente di FdI, Giorgia Meloni, alla Direzione nazionale del suo partito in vista delle prossime elezioni, garantisce in questo modo: "Posso dire che un'Italia guidata da Fratelli d'Italia e dal centrodestra sarà una Italia affidabile sui tavoli internazionali, e al fianco dell’eroica lotta del popolo ucraino". Meloni ha anche sottolineato che siccome "si vince e si perde insieme", è un bene che ieri "abbia prevalso alla fine il buonsenso" nell'accordo tra i tre partiti.


L’accordo

E due paginette, una esplicativa, di metodo; l'altra più operativa, solo con i 'numeri'. Con in calce la firma dei leader. L'accordo del centrodestra su premiership e collegi elettorali, raggiunto ieri sera dopo un vertice fiume alla Camera, è stato messo nero su bianco. Probabilmente, raccontano, per 'blindarlo', evitando così brutti scherzi in futuro. Verba volant, scripta manent, sorride un big presente alla 'stipula'.


Elezioni, la Russia piomba sulla campagna elettorale, la Lega e Salvini finiscono di nuovo nel mirino
Tags: Letta, Meloni, Putin, Salvini

Share this story: