Consiglio dei Ministri, primo sì alla manovra

 16 ottobre 2019

Taglio cuneo fiscale solo ai lavoratori, quota 100 resta, è scontro sul carcere agli evasori

È arrivato a tarda notte il primo sì alla manovra con l'approvazione del Documento programmatico di bilancio poi inviato alla Commissione europea. La bozza su cui si è trovato l'accordo prevede un taglio di 3 miliardi al Cuneo fiscale per i lavoratori con i redditi più bassi, Quota 100 non cambierà come preannunciato dal premier Conte. Resta lo scontro nella maggioranza sul carcere agli evasori e sul ritorno del tetto ai contanti a mille euro. Tra le novità lo stop al superticket dal prossimo luglio, un fondo da 2 miliardi per la famiglia, in manovra dovrebbero arrivare la tassa sulla plastica e la sugar tax sulle bevande zuccherate. Poi stretta con sanzioni per commercianti e professionisti che non accettano carte e bancomat accompagnata dagli incentivi con la lotteria degli scontrini.
Consiglio dei Ministri, primo sì alla manovra

Share this story: