Esecutivo, Meloni: “Maggioranza compatta, lo dimostreremo con i fatti”. Opposizioni sulle barricate

Esecutivo, Meloni: “Maggioranza compatta, lo dimostreremo con i fatti”. Opposizioni sulle barricate

Esecutivo, Meloni: “Maggioranza compatta, lo dimostreremo con i fatti”. Opposizioni sulle barricate Photo Credit: Agenzia Fotogramma


"Litigano su tutto. La presidente del Consiglio è 'lady tax'", l'affondo del presidente M5S Conte, Avs parla di "un misero spettacolo". Mentre Renzi ha scritto al presidente della Repubblica Mattarella: "Il governo - la sua tesi - ha violato la Costituzione"

Governo e maggioranza compatti "tirano dritti" verso le prossime scadenze a partire dalla legge di Bilancio. Il presidente del Consiglio, Giorgia Meloni, ha approfittato del punto stampa al termine del Consiglio europeo riunito a Bruxelles, per mandare segnali chiari a chi la vede indebolita: "Non ci sono problemi nella maggioranza, non ci sono problemi con Salvini, ne tra me e Tajani, non ci sono problemi con Mediaset, c'è un clima generale sereno e poi lo dimostreranno i fatti, quando dobbiamo decidere, decidiamo e andiamo avanti. Tutte le mattine sento Salvini e Tajani e ci divertiamo parecchio a leggere la rassegna stampa".


Premier

La premier parla di ricostruzioni "fantasiose, quelle che si leggono su alcuni giornali in merito ai problemi nel governo, e con gli alleati di Lega e Forza Italia”: "I rapporti tra governo e Mediaset sono i rapporti che ci sono con una grande azienda italiana, una cosa è raccontare se ci sono dei problemi una cosa è tentare di crearli". E smentisce l'articolo di Repubblica pubblicato oggi: "Io non ho fatto nessuna sfuriata a Salvini ieri, non so da dove sia stata presa questa notizia, mi dispiace". Meloni poi rassicura che l'esecutivo è al lavoro: "Noi stiamo lavorando bene, in una situazione molto difficile in termini di risorse disponibili, non ci sono problemi particolari. Nelle prossime ore la legge di bilancio sarà inviata al Parlamento, siamo in dirittura d'arrivo. Penso sia una buona idea dimostrare ancora una volta che l'elemento, al di là di tutte le ricostruzioni inventate, che qualifica la capacità di una maggioranza e di un governo di fare il suo lavoro è la tempistica con la quale riesce a prendere le decisioni. Se noi diamo un segnale che lavoriamo velocemente, che a livello di maggioranza lavoriamo compatti facciamo una cosa belle ed interessante". Infine, entrando nel merito dei temi affrontati durante il Consiglio europeo si è detta soddisfatta "delle conclusioni che riguardano la crisi in Medioriente: riflettono la delicatezza della questione", e sulla parte che riguarda la migrazione: "tutti sono d'accordo sul fatto che nuove risorse devono essere messe su questo capitolo".


Legge di bilancio

Intanto Salvini assicura che il testo della legge di bilancio è chiuso, "abbiamo lavorato tra questa notte e questa mattina", ha sottolineato. "Non abbiamo ancora chiuso la legge di bilancio. Spero lo si possa fare presto", dice, invece, il vicepremier e ministro degli Esteri, Antonio Tajani. Il testo - ha fatto sapere il Mef ("E' coerente con i principi di responsabilità e serietà annunciati dal governo nel rispetto della tutela delle fasce più deboli e della tenuta dei conti pubblici", si legge in una nota) - è stato trasmesso a palazzo Chigi, sarà visionato dalla premier Meloni al suo ritorno da Bruxelles. Secondo un 'big' della maggioranza dovrà essere ultimato l'esame degli allegati. Non si esclude che possa essere trasmesso alle Camere lunedì, sottolinea la stessa fonte. Sulla manovra resta comunque alta la tensione. L'opposizione attacca sul "testo fantasma", il Pd si dice pronto a dare "asilo politico" a chi nel centrodestra vorrà presentare modifiche su alcuni temi. Le maglie sono strette, l'obiettivo del governo è quello di non modificare la legge di bilancio in Parlamento ma la linea del 'no emendamenti' difficilmente potrà reggere, considerate le numerose spinte che arrivano dalle forze politiche che sostengono l'esecutivo. "Gli emendamenti saranno presentati: non c'è nulla di male, non si tratta di sabotare la Manovra", dice l'azzurro Giorgio Mulè. "E' indispensabile che in Parlamento arrivi un buon testo che non aumenti la pressione fiscale, che non tocchi la casa e che non faccia aumentare le pensioni", ha rimarcato Tajani. Sottolineando che "tutto ciò è indispensabile per votare" il testo "senza emendamenti, in tempi rapidi e rassicurare i mercati". "Forza Italia continua ad essere molto prudente sulla possibilità di varare nuove tasse sulla casa", ha ripetuto intervenendo al congresso nazionale del Notariato. Sul capitolo previdenza si concentra la battaglia della Lega. "Soddisfazione della Lega per una Manovra importante e positiva per milioni di lavoratori e pensionati italiani", recita una nota del partito di via Bellerio.


Le forze politiche

Le forze politiche attendono di leggere la versione definitiva della legge di bilancio, "intanto noi cominciamo le audizioni con le categorie" trascurate, dice il capogruppo dem a palazzo Madama, Boccia. "Litigano su tutto. Meloni è 'lady tax'", l'affondo del presidente M5s, Conte, Avs parla di "un misero spettacolo". Mentre Renzi ha scritto al presidente della Repubblica Mattarella, "il governo - ha sua tesi - ha violato la Costituzione". "Come avvoltoi, sinistra e certa stampa si sono avventati su anticipazioni di bozze e bozzette sulla Legge di bilancio per costruirci i loro castelli di fake news e storielle da bar con cornetto e cappuccino. E poi puntualmente smentite", dice il capogruppo di Fdi a Montecitorio, Foti, "la legge di bilancio del governo Meloni mantiene saldi i propri pilastri: famiglie, imprese, sanità e pensioni. Metterà, tra gli altri, 10 miliardi per taglio del cuneo fiscale, 3 miliardi su sanità, 1 miliardo per interventi su famiglie. Finisce l'era dei monopattini, banchi a rotelle, superbonus, che ha scassato i conti dello Stato, e reddito di cittadinanza". Per la legge di bilancio si preannuncia un clima di fuoco tra maggioranza e opposizione, "da metà novembre" si comincerà a ballare, afferma un 'big' del Nazareno. Il Pd alzerà lo scontro già nei prossimi giorni, in vista della discussione sul dl aiuti che contiene, oltre alla proroga delle misure sulle bollette, fondi per gli enti territoriali. Anche perché il tam tam in Transatlantico è che non ci saranno spazi per le richieste dei parlamentari. Si era parlato di un 'tesoretto' di 400 milioni. "Potrebbero 'scendere' a 100", osserva una fonte. "Se è così non ci sediamo neanche al tavolo", osserva un altro esponente dem. Ma sul 'timing' dell'approdo della legge di bilancio in Parlamento nell'esecutivo si rimarca come si tratta di polemiche pretestuose: è - il 'refrain' - in passato, soprattutto con i governi Conte, che si sono sforati i tempi. Oggi, intanto, il governo ha incassato un'altra fiducia. A palazzo Madama, sul dl Caivano. "Con il numero di voti più basso dall'inizio della legislatura", hanno sottolineato dal Pd. Assenze tra i banchi del governo e della maggioranza. "Per poco non siamo riusciti a far mancare il numero legale", osserva un pentastellato che fa notare come mancassero diversi esponenti di Forza Italia. Al momento - stando alle ultime indiscrezioni - si sarebbe trovata una soluzione sul tema delle pensioni mentre per ora resterebbe l'aumento della cedolare sugli affitti brevi dal 21% al 26 %.



Argomenti

Consiglio europeo
manovra
Meloni
Salvini
Tajani

Gli ultimi articoli di Alberto Ciapparoni

  • Comunali, si torna alle urne domenica e lunedì per il 2° turno. Si sceglie il futuro sindaco di Firenze e Bari

    Comunali, si torna alle urne domenica e lunedì per il 2° turno. Si sceglie il futuro sindaco di Firenze e Bari

  • Cybersicurezza, dopo l’ok del Senato il ddl è legge. Più dura la lotta contro i reati commessi mediante la Rete

    Cybersicurezza, dopo l’ok del Senato il ddl è legge. Più dura la lotta contro i reati commessi mediante la Rete

  • Autonomia differenziata, con l’ok di Montecitorio diventa legge, ma per l’opposizione il ddl spacca l’Italia

    Autonomia differenziata, con l’ok di Montecitorio diventa legge, ma per l’opposizione il ddl spacca l’Italia

  • Premierato, c’è il primo sì dal Senato, Fdi esulta, l’opposizione (tranne il Centro) scende in piazza

    Premierato, c’è il primo sì dal Senato, Fdi esulta, l’opposizione (tranne il Centro) scende in piazza

  • Unione europea, questa sera il summit sulle nomine, ma irrompe il caso del rapporto sui media italiani

    Unione europea, questa sera il summit sulle nomine, ma irrompe il caso del rapporto sui media italiani

  • G7, Meloni chiude il summit: “Un vertice di successo, che porta a casa il sostegno rafforzato all’Ucraina”

    G7, Meloni chiude il summit: “Un vertice di successo, che porta a casa il sostegno rafforzato all’Ucraina”

  • G7, Papa Francesco: “Nessuna macchina deve poter togliere la vita, la tecnologia sia al servizio delle persone”

    G7, Papa Francesco: “Nessuna macchina deve poter togliere la vita, la tecnologia sia al servizio delle persone”

  • G7, Meloni accoglie i Grandi della terra a Borgo Egnazia e rimprovera Biden per il ritardo

    G7, Meloni accoglie i Grandi della terra a Borgo Egnazia e rimprovera Biden per il ritardo

  • Movimento Cinque Stelle, Conte sotto assedio per la sconfitta alle Europee ma per adesso non si dimette

    Movimento Cinque Stelle, Conte sotto assedio per la sconfitta alle Europee ma per adesso non si dimette

  • Elezioni, il centrodestra consolida il suo primato, il Partito Democratico è il perno dell’alternativa

    Elezioni, il centrodestra consolida il suo primato, il Partito Democratico è il perno dell’alternativa