G20, ministri finanze, tensioni commerciali intensificate

 09 giugno 2019

Lo si legge nel comunicato finale del G20 finanziario di Fukuoka, Giappone

La crescita globale si sta stabilizzando ed è generalmente ritenuta proiettata verso un aumento moderato nel 2019 e nel 2020, tuttavia, "la crescita resta bassa e i rischi restano orientati verso il basso". Lo si legge nel comunicato finale del G20 finanziario di Fukuoka, in cui si rimarca la preoccupazione per "le tensioni commerciali e geopolitiche" che si "sono intensificate. Continueremo ad affrontare questi rischi e a essere pronti ad agire per prendere ulteriori azioni". I ministri delle finanze e i banchieri centrali del G20 hanno concordato sulla necessità di riformale le regole della tassazione internazionale sulle grandi industrie tecnologiche. Il G20 - è scritto nel comunicato diffuso al termine dei lavoro - ha votato per continuare la propria cooperazione per un sistema di tassazione internazionale globalmente equilibrato, sostenibile e moderno. Salutiamo favorevolmente gli obiettivi raggiunti nella trasparenza internazionale, inclusi i progressi negli scambi automatici sulle informazioni per finalità fiscali". Sul deficit "andremo sotto intorno al 2,2-2,1%", ha detto, a margine del G20 finanziario, il ministro dell'Economia Giovanni Tria, per il quale "le aspettative sono quelle scritte nel Def". 
G20, ministri finanze, tensioni commerciali intensificate

Share this story: