Hong Kong, media, Carrie Lam ritira legge pro-Cina

 04 settembre 2019 | carrie lam, cina, hong kong, legge

La legge è tra le principali cause delle proteste che scuotono la città da mesi

La governatrice di Hong Kong, Carrie Lam, annuncerà il ritiro formale della proposta di legge sull'estradizione in Cina, tra le principali cause delle proteste che stanno scuotendo l'ex colonia britannica. Secondo il giornale South China Morning Post, la governatrice incontrerà i deputati filogovernativi prima di annunciare formalmente il ritiro della legge. A giugno la Lam aveva annunciato la sospensione della legge, ma il provvedimento non era stato sufficiente per fermare le proteste che vanno avanti da quasi tre mesi. Le cinque richieste del movimento pro-democrazia vedono al primo posto il ritiro formale della legge, mentre le altre sono le dimissioni della stessa Lam, il suffragio universale per governatore e parlamento locali, una indagine indipendente sulle brutalità della polizia e la cancellazione delle accuse agli arrestati durante le proteste.​
Hong Kong, media, Carrie Lam ritira legge pro-Cina

Share this story: