Partiti, dopo la partita del Quirinale centrodestra e Movimento Cinque Stelle verso l’implosione

01 febbraio 2022, ore 19:00

Nel frattempo telefonata fra Draghi e Putin sulla crisi ucraina, intesa sulla de-escalation per una soluzione sia sostenibile sia durevole. Il presidente russo: “Confermo l'intenzione di Mosca di continuare a sostenere stabili forniture di gas all'Italia"

"La Lega è compatta e il centrodestra si ricostruisce, non c'è problema". Così il leader della Lega, Matteo Salvini, a via Bellerio a Milano, in occasione del consiglio federale del partito (che ha riconfermato la fiducia al Segretario e gli ha dato mandato di allargare il campo alternativo alla sinistra). “L'elezione del presidente della Repubblica non ha visto il centrodestra prevalere perché è mancato un pezzo del centrodestra", sostiene Salvini. Che comunque rivendica la scelta di Mattarella. Poi dice che lui “lavora per unire, e non per dividere”, e che chiederà a Draghi un "allentamento delle restrizioni" anti-Covid.


Il M5S

Intanto sul fronte del Movimento Cinque Stelle il Tribunale di Napoli esaminerà domani il reclamo presentato da alcuni attivisti M5S per ottenere la sospensione dell'efficacia delle modifiche statutarie e della elezione di Giuseppe Conte alla carica di Presidente del Movimento. La decisione dovrebbe essere adottata nel giro di due settimane. E la pendenza del reclamo potrebbe congelare lo scontro interno al M5S tra Conte e Di Maio. Il quale ha pranzato oggi in un ristorante al centro di Roma con Elisabetta Belloni, dopo il fallimento della sua candidatura al Quirinale. "Con il ministro Di Maio c'è un'amicizia sempre più solida", afferma la direttrice del Dis, i servizi segreti. Con lei, "mi legano una profonda stima e una grande amicizia", così il ministro degli Esteri in un post. Ma non solo. Di Maio ha avuto anche un lungo incontro alla Farnesina con l’ex sindaco di Roma Virginia Raggi: un faccia a faccia che assomiglia ad un’operazione che punta a circondare e a isolare l’ex premier Conte. Il quale invece appare in trattativa per assicurarsi l’appoggio, dall’esterno, di Alessandro Di Battista.



La telefonata

Dal suo canto il Presidente del Consiglio Mario Draghi ha avuto stamattina una conversazione telefonica con il Presidente della Federazione Russa Vladimir Putin. Draghi ha sottolineato l'importanza di adoperarsi per una de-escalation delle tensioni sull'Ucraina alla luce delle gravi conseguenze che avrebbe un inasprimento della crisi. Sono stati concordati pertanto un impegno comune per una soluzione sostenibile e durevole della crisi. Putin ha confermato anche l'intenzione di Mosca di "continuare a sostenere stabili forniture di gas all'Italia". Tutto quando il ministro degli Esteri russo Serghei Lavrov ha inviato una lettera a tutti i colleghi dei Paesi Osce, in merito alla crisi in Ucraina. Ma fra Usa e  Putin prosegue lo scontro.

Partiti, dopo la partita del Quirinale centrodestra e Movimento Cinque Stelle verso l’implosione
Tags: Di Maio, Draghi, Putin, Salvini

Share this story: