Trattori, prove tecniche di dialogo. Bruxelles fa retromarcia sui pesticidi. Meloni: “Vittoria italiana”

Trattori, prove tecniche di dialogo. Bruxelles fa retromarcia sui pesticidi. Meloni: “Vittoria italiana”

Trattori, prove tecniche di dialogo. Bruxelles fa retromarcia sui pesticidi. Meloni: “Vittoria italiana” Photo Credit: Agenzia Fotogramma


Anche la Lega con Salvini esulta. Intanto il ministro all’Agricoltura Francesco Lollobrigida è al lavoro per ripristinare l’esenzione Irpef per i redditi agrari, attraverso un emendamento al Milleproroghe. L’idea è quella di favorire i redditi più bassi

I trattori restano in marcia. In Italia e in Europa. Gli agricoltori europei stanno bloccando le autostrade in Spagna e le porte dell’Europarlamento a Strasburgo, quelli italiani vogliono sia arrivare sul palco dell’Ariston a Sanremo, sia a Roma per una grande manifestazione nazionale.


La Commissione Ue

Da parte sua la Commissione Europea di Bruxelles intanto ha fatto una prima mossa con la presidente Ursula Von der Leyen che ha annunciato il ritiro del piano per dimezzare i pesticidi, cioè uno degli assi portanti del Green Deal, il piano europeo per una transizione verde dell'economia continentale. Una mossa che ha soddisfatto il governo italiano, secondo la premier Giorgia Meloni si tratta di una vittoria anche del nostro Paese, il leader della Lega Matteo Salvini ha dichiarato che "l'Europa è costretta a rimangiarsi le follie imposte dalle multinazionali e dalle sinistre”. Il ministro all’Agricoltura, Francesco Lollobrigida, dal suo canto è al lavoro per ripristinare l’esenzione Irpef per i redditi agrari, con un emendamento al Milleproroghe. L’idea è quella di favorire i redditi più bassi. In sostanza, dopo che la legge di bilancio cancellato l’esenzione Irpef per i redditi agrari e dominicali (quelli derivanti dal possesso dei terreni), ora si sta appunto mettendo mano a una qualche modifica.


Maggioranza

Ma nella maggioranza se tutti sono d’accordo nell’addossare ogni responsabilità al Green Deal e in generale all’Europa, in realtà si studia con attenzione il comportamento degli alleati, casomai volessero mettere il cappello sulla protesta. Tra i presunti «cattivi», il partito della premier, Fratelli d’Italia, mette senz’altro l’ex ministro dell’Agricoltura, il leghista Gianmarco Centinaio, che, dopo aver partecipato a un presidio di agricoltori a Melegnano, alla trasmissione Rai ‘Un giorno da Pecora’ ha annunciato: «Se vogliono, li accolgo in Senato. Glielo ho anche proposto e attendo una loro risposta». Fabio Rampelli, il vice presidente della Camera per FdI, ostenta tranquillità: «Le proteste non ci spaventano perché il governo ha la credibilità per affrontare tutti gli argomenti spinosi che sono sul tavolo e fa sorridere l’opposizione che legge le proteste dei trattori in chiave antigovernativa».


L’incontro

Una data per l’incontro con il governo a Palazzo Chigi, ancora non c’è. La pressione dei trattori che stanno convergendo su Roma e che ieri hanno fissato il loro presidio in via Nomentana per il momento vien ritenuta sotto controllo, anche se colonne di mezzi agricoli in movimento sono avvistate in tutto il Paese. Ma con Giorgia Meloni che sta rientrando dal Giappone, il cronometro è messo in pausa, almeno fino a giovedì.

 


Argomenti

agricoltori
Meloni
Salvini
trattori

Gli ultimi articoli di Alberto Ciapparoni

  • Lavoro, per la sicurezza dal 31 ottobre patente a crediti per i cantieri, ma le imprese non ci stanno

    Lavoro, per la sicurezza dal 31 ottobre patente a crediti per i cantieri, ma le imprese non ci stanno

  • Esecutivo, dopo i conventi e le caserme adesso i ministri del governo-Meloni “si tuffano” alle terme

    Esecutivo, dopo i conventi e le caserme adesso i ministri del governo-Meloni “si tuffano” alle terme

  • Maggioranza, il terzo mandato voluto dalla Lega affossato dal "fuoco amico" di Forza Italia e Fratelli d’Italia

    Maggioranza, il terzo mandato voluto dalla Lega affossato dal "fuoco amico" di Forza Italia e Fratelli d’Italia

  • Lavoro, irregolare il 76% dei cantieri. La ministra Calderone: “Torneranno i reati penali negli appalti”

    Lavoro, irregolare il 76% dei cantieri. La ministra Calderone: “Torneranno i reati penali negli appalti”

  • Assange, al via l’udienza a Londra, rischia l’estradizione. Ma è un paladino della libertà o un traditore?

    Assange, al via l’udienza a Londra, rischia l’estradizione. Ma è un paladino della libertà o un traditore?

  • Partito Democratico, il terzo mandato e la difficile partita dei Governatori. Tutte le trame a sinistra

    Partito Democratico, il terzo mandato e la difficile partita dei Governatori. Tutte le trame a sinistra

  • Autonomia, De Luca irrompe (bruscamente) nel duello Meloni-Schlein. E insulta la presidente del Consiglio

    Autonomia, De Luca irrompe (bruscamente) nel duello Meloni-Schlein. E insulta la presidente del Consiglio

  • Pil, Bruxelles rivede al ribasso ma Gentiloni è ottimista: fiducia in ripresa da metà anno, in Italia e in Ue

    Pil, Bruxelles rivede al ribasso ma Gentiloni è ottimista: fiducia in ripresa da metà anno, in Italia e in Ue

  • Giustizia, sul ddl-Nordio si conferma una maggioranza allargata: il centrodestra più il Terzo Polo

    Giustizia, sul ddl-Nordio si conferma una maggioranza allargata: il centrodestra più il Terzo Polo

  • Medio Oriente, doppia telefonata Schlein-Meloni e ‘spunta’ la richiesta del cessate il fuoco a Gaza

    Medio Oriente, doppia telefonata Schlein-Meloni e ‘spunta’ la richiesta del cessate il fuoco a Gaza