Andrea Costa in diretta su RTL 102.5: “Siamo pronti per l’eventualità della terza dose e oggi arriveremo al 60% di immunizzati”

30 luglio 2021, ore 10:30

Il Sottosegretario alla Salute è stato intervistato questa mattina in diretta su RTL 102.5 in Non Stop News condotto da Barbara Sala ed Enrico Galletti



Andrea Costa affronta la questione dell'ipotesi della quarta ondata: “Dobbiamo affrontare i prossimi giorni e settimane con prudenza e senso di responsabilità sì, ma paura no. I dati ci dicono che i vaccini reggono nei confronti anche della variante Delta, dobbiamo essere consapevoli che aggi abbiamo lo strumento del vaccino e dobbiamo continuare con la campagna vaccinale. Oggi arriveremo al 60% di immunizzati, non dobbiamo confondere i contagi con gli ospedalizzati e non dobbiamo trasmettere messaggi di paura”.


Ipotesi Terza dose

“La politica aspetta le indicazioni della comunità scientifica ed è presumibile che si arriverà alla terza dose, si tratta di capire quale sarà la scadenza per farla e qualora ci fosse questa necessità, cominceremo con le fasce più deboli, gli anziani, i fragili: la struttura è pronta per affrontare anche la terza dose”.


La ripresa della scuola in presenza

“La scuola in presenza è un obiettivo che non possiamo fallire, la scuola è un luogo di apprendimento, di formazione ed inclusione sociale. Dobbiamo ovviamente partire dalla vaccinazione del personale scolastico, ci sono circa 200mila concittadini che non si sono ancora vaccinati, aspettiamo dalle regioni i dati precisi e speriamo nei prossimi giorni, attraverso un’opera di sensibilizzazione, di vaccinarli, se poi il problema dovesse continuare, dobbiamo prevedere l’obbligo vaccinale per questa categoria”. Queste le parole del Sottosegretario alla Salute in diretta su RTL 102.5.

La vaccinazione dei giovani

“Per quanto riguarda i giovani invece, la vaccinazione è iniziata da poco, ma ad oggi il 30% dei ragazzi dai 12 ai 19 anni ha già ricevuto la prima dose, penso che dobbiamo portare i vaccini a scuola e prevedere dei punti di vaccinazione e lo si potrebbe fare dal 30 agosto al 15 settembre, questa è la nostra proposta e penso che sia anche un bel messaggio positivo quello di andare tra i giovani. Vaccinare i giovani vuol dire non permettere più al virus di circolare e non permettere di generare altre varianti”.

Poi il tema dei trasporti e la difficoltà di garantire il ritorno a scuola in sicurezza: “Per quel che riguarda i trasporti c’è un tavolo aperto con le regioni, la prossima settimana verranno fatte delle scelte, dobbiamo prevedere degli investimenti e potenziare il servizio di trasporti scolastico per garantire l’acceso in sicurezza ai nostri ragazzi”.

Green Pass

“Il green pass garantisce la libertà, non la comprime, ci permette di tornare alla normalità ed è uno strumento a cui gli italiani si sono già abituati, già 30 milioni di italiani l’hanno scaricato, ci permettere una tracciabilità e di gestire l’epidemia”.
“Per i luoghi di lavoro - prosegue il sottosegretario Costa - penso che se continuiamo in un’opera di sensibilizzazione, sia interesse dei lavoratori stessi arrivare alla vaccinazioni, per quanto riarda iniziativa di Confindustria credo che siano iniziative alle quali si può giungere a duna soluzione attraverso un percorso condiviso, ma è una proposta assolutamente sostenibile, dobbiamo uscire dalla pandemia e raggiungere l’immunità di gregge che è l’85% dei vaccinati e dobbiamo raggiungerlo con qualsiasi mezzo”.

Le discoteche

“Le discoteche devono avere una risposta, non è solo un luogo di divertimento, ma stiamo parlando di oltre 3000 attività del nostro paese con 100mila addetti ed un fatturato di 2 miliardi. Oggi la posizione del Governo è quella di non avere indicato una data per la riapertura, e di aver preso un impegno per il sostegno economico, il maggior sostegno però che posiamo dare loro, è quello di farli tornare a lavorare. Mi auguro che nel momento in cui il green pass lo riconosciamo come uno strumento per la ripresa di altre attività credo lo si possa applicare anche per le discoteche e mi auguro il prima possibile”. Costa conclude con il tema discoteche che al momento non hanno indicazioni sulla riapertura.

Andrea Costa in diretta su RTL 102.5: “Siamo pronti per l’eventualità della terza dose e oggi arriveremo al 60% di immunizzati”
Andrea Costa: con il sottosegretario alla Salute abbiamo parlato del Covid
Tags: andrea costa, rtl 102.5, vaccini

Share this story: