Covid. secondo l'Istituto superiore di Sanità, calano i casi segnalati, le ospedalizzazioni e i ricoveri in terapia intensiva

26 febbraio 2022, ore 12:00

I dati dell'Iss confermano anche l'efficacia del vaccino nel proteggere dall'infezione e ridurre la mortalità. Il rischio di decesso per le persone non immunizzate è 6 volte maggiore rispetto alle persone che hanno completato il ciclo vaccinale, e 17 volte superiore rispetto a coloro che hanno ricevuto la dose aggiuntiva o booster

Dall’Istituto superiore di Sanità arrivano dati confortanti sull’andamento dell’epidemia covid. Secondo il report,  che integra il monitoraggio settimanale dell’Iss,” è stata registrata una diminuzione del numero dei casi segnalati, delle ospedalizzazioni e dei ricoveri in terapia intensiva. Sono invece ancora in aumento i decessi". Nel dettaglio, dal 7 al 20 febbraio, sono stati diagnosticati e segnalati 771.327 nuovi casi, di cui 715 deceduti. Buoni anche i dati relativi all'incidenza settimanale che passa da 704 per 100.000 abitanti nei sette giorni compresi tra il 7 e il 13 febbraio, ai 552 per 100.000 abitanti nell’ultima settimana. L’incidenza più alta a 14 giorni si registra nella fascia d’età 0-9 anni: tocca i 2,551 casi per 100.000 abitanti. Nella fascia tra i 70 e 79 anni si trova il dato più basso, 628 casi per 100.000 abitanti.

L'efficacia dei vaccini

Il report dell’Iss, ancora una volta conferma l’efficacia del vaccino per evitare le ospedalizzazioni e ridurre la mortalità: nella popolazione over 12 tra il 31 dicembre 2021 e il 30 gennaio 2022, per i non vaccinati, il rischio decesso era 6 volte più alto (con 114 decessi per 100.000 abitanti) rispetto ai vaccinati con ciclo completo (23 decessi ogni 100 mila abitanti) e 17 volte più alto rispetto ai vaccinati con dose aggiuntiva o booster (7 decessi ogni 100 mila abitanti); i ricoveri in terapia intensiva per i non vaccinati (30 per 100 mila) sono 6 volte piu' alto rispetto ai vaccinati con ciclo completo (5 ricoveri per 100 mila) e 17 volte piu' alto rispetto ai vaccinati con dose aggiuntiva o booster (2 ricoveri per 100 mila).

Contagi in età scolare

Secondo l’istituto superiore di sanità dall'inizio dell'epidemia al 23 febbraio 2022 sono stati diagnosticati 2.805.320 casi di covid nella popolazione 0-19 anni, di cui 14.544 ospedalizzati, 339 ricoverati in terapia intensiva e 48 deceduti. Nelle ultime quattro settimane e' rimasta stabile al 31% la percentuale dei casi segnalati nella popolazione in eta' scolare rispetto al resto della popolazione. Nell'ultima settimana il 20% dei casi in eta' scolare e' stato diagnosticato nei bambini sotto i 5 anni, il 44% nella fascia d'eta' 5-11 anni, il 36% nella fascia 12-19 anni.


Covid. secondo l'Istituto superiore di Sanità, calano i casi segnalati, le ospedalizzazioni e i ricoveri in terapia intensiva
Tags: covid, Incidenza, istituto superiore di sanità

Share this story: