Governo, il Consiglio dei Ministri decide il green pass senza scadenza per chi ha fatto la terza dose

02 febbraio 2022, ore 19:09 , agg. alle 19:22

A scuola niente niente dad per i vaccinati, le materne a casa dal quinto contagio. Ma la Lega non ci sta e diserta il voto del decreto: “le misure sono discriminatorie nei confronti dei bambini non vaccinati”. Però Draghi dice: “L’Italia sarà più aperta”

Come previsto, il Consiglio dei Ministri ha dato il via libera al decreto che entrerà in vigore dal giorno dopo la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale, presumibilmente lunedì. Il presidente del Consiglio Mario Draghi, aprendo i lavori della riunione governativa, ha sottolineato che «la scuola in presenza è da sempre la priorità di questo governo: veniamo incontro alle esigenze delle famiglie, che trovano il regime attuale delle quarantene troppo complicato e restrittivo. Vogliamo limitare di molto l’uso della didattica a distanza, per permettere a un numero sempre maggiore dei nostri bambini e ragazzi di andare in classe. Vogliamo un Italia sempre più aperta, soprattutto per i nostri ragazzi». La Lega, come aveva annunciato martedì, non ha partecipato al voto perché contraria alla distinzione tra vaccinati e no.
Queste le principali novità.
Turismo
Per i turisti stranieri pass base per alberghi e attività.
Green Pass
Diventa senza scadenza per chi ha fatto la terza dose.
Colori
Il sistema dei colori delle Regioni rimane ma nessuna restrizione per i vaccinati anche in zona rossa.


Materne

I bambini, che per lo più non sono vaccinati e non hanno l’obbligo della mascherina in classe, restano a scuola fino al quinto contagio del proprio gruppo o classe. Poi stanno a casa in quarantena, che è ridotta da 10 a 5 giorni. Per rientrare è sufficiente un tampone antigenico fatto in farmacia, dove è gratuito con la prescrizione del medico.


Elementari

I bambini vaccinati restano sempre a scuola: dopo il primo caso nella classe dovranno indossare per 10 giorni la mascherina Ffp2. I non vaccinati andranno in Dad a partire dal 5 caso. Per tornare dovranno mostrare l’esito di un tampone molecolare o antigenico anche fatto in farmacia dove è gratuito con la prescrizione del pediatra. Nel caso in cui un bambino presenti sintomi compatibili con il Covid, è sufficiente un tampone anche autosomministrato a casa con l’autocertificazione del genitore.


Medie e superiori

Niente Dad per i guariti, gli esenti e i vaccinati da meno di 120 giorni o con il booster. Vanno in Dad al secondo caso nella classe coloro che ancora non hanno completato il ciclo vaccinale. Staranno a casa per 5 giorni (e non più per 10) e potranno tornare con tampone negativo anche della farmacia (gratuito con prescrizione del medico). Nel caso in cui uno studente presenti sintomi compatibili con il Covid, è sufficiente un tampone anche autosomministrato a casa con l’autocertificazione del genitore.

Governo, il Consiglio dei Ministri decide il green pass senza scadenza per chi ha fatto la terza dose
Tags: Cdm, governo, Lega, scuola

Share this story: