Governo, le misure anti-crisi raddoppiano

05 marzo 2020, ore 19:00

Stanziati 7,5 miliardi per imprese e famiglie. E slitta il referendum sul taglio dei parlamentari

Nel Consiglio dei ministri l'esecutivo alla fine dopo tre ore di riunione, come comunicato dal presidente del Consiglio Giuseppe Conte in conferenza stampa a Palazzo Chigi, ha stanziato non più 3,6 bensì 7,5 miliardi a sostegno delle famiglie e delle imprese, e 6,35 miliardi in termini di indebitamento: secondo il ministro dell'Economia Roberto Gualtieri "sono risorse significative e ci consentono di fare fronte alle esigenze immediate".

RINVIO DEL TAGLIO DEI PARLAMENTARI

Seconda decisione, rinviato sine die il referendum per il taglio dei parlamentari previsto per il 29 marzo. Adesso la procedura sarà la seguente: già inviata la lettera all'Ue per il via libera alle nuove misure, e dopo il voto del Parlamento, il nuovo decreto anti-crisi potrebbe essere pronto la prossima settimana. Nel testo anche misure per sostenere una moratoria dei crediti alle imprese da parte del sistema bancario, risorse per il Sistema Sanitario Nazionale e per la Protezione civile.

ALLO STUDIO VOUCHER E CONGEDI

E non solo. Valutazioni economiche sono in corso per sostenere le famiglie dopo la decisione di sospendere le lezioni nelle scuole e università fino al 15 marzo. Allo studio voucher per baby sitter e congedi straordinari per i genitori. L'annuncio è stato del ministro per la Famiglia Elena Bonetti.

Governo, le misure anti-crisi raddoppiano
Tags: coronavirs, crisi, governo, referendum

Share this story: