Si chiama Claudia Alivernini l'infermiera a cui verrà somministrato il primo vaccino anti Covid in Italia

23 dicembre 2020, ore 11:46 , agg. alle 16:48

Lavora nel reparto malattie infettive dello Spallanzani di Roma, sarà vaccinata il 27 dicembre

Ha 29 anni è romana e lavora presso il reparto malattie infettive dello Spallanzani, ma in questi mesi di emergenza Covid ha anche curato presso il loro domicilio molti anziani. Si chiama Claudia Alivernini la prima infermiera che sarà vaccinata all'Istituto Nazionale di Malattie Infettiva Lazzaro Spallanzani, in occasione del V-Day il 27 dicembre.


Chi è la prima vaccinata

Claudia Aliverani è laureata in scienze infermieristiche presso la Facolta' de La Sapienza di Roma e lavora come infermiera all'Istituto Spallanzani in un reparto di malattie infettive. Ha dato anche la disponibilità per lavorare nelle unità mobili Uscar e questo l'ha portata, oltre all'esperienza in reparto, anche presso i domicili delle persone anziane che avevano bisogno. Nonostante l'intensa attività lavorativa in reparto e nelle Uscar sta proseguendo il suo percorso formativo in un master in infermieristica forense. È la più giovane e la prima nel Lazio che si sottoporrà alla vaccinazione.

Si chiama Claudia Alivernini l'infermiera a cui verrà somministrato il primo vaccino anti Covid in Italia

Il suo nome sarà per sempre legato alla resurrezione di un paese e, guardando oltre, di tutto il mondo. Fino a qualche mese fa il vaccino era la speranza. Ora è la certezza. Quella di riuscire a tornare a vivere nella normalità. Ci vorrà tempo, non accadrà subito. Ci sarà ancora un cammino carico di dolore e lacrime. Ci saranno delle vittime. Piangeremo, ma, alla fine, questa prima donna vaccinata rimarrà nella memoria collettiva.


Le prime dosi in Italia il 26 dicembre

Intanto arriveranno in Italia "il 26 dicembre", a Santo Stefano, le prime 9.750 dosi di vaccino Pfizer-Biontech contro Covid-19, che ha incassato ieri l'autorizzazione all'immissione in commercio da Aifa. Il vaccino arriverà in tempo dunque per il V-day del 27 dicembre. Lo ha detto Paivi Kerkola, Country Manager di Pfizer in Italia, nel corso di una conferenza stampa. Saranno in tutto 27 milioni le dosi del vaccino Pfizer che arriveranno in Italia nel 2021, parte delle 200 milioni di dosi già acquistate dall'Ue.


Il messaggio dei capi di Stato e di governo della UE

Ed è di oggi la notizia che il Consiglio Europeo ha diffuso oggi un video di Natale, lungo nove minuti, in cui i 27 capi di Stato e di governo dell'Ue lanciano un messaggio ai cittadini, ciascuno nella propria lingua, con sottotitoli in inglese. Tutti chiedono di continuare a combattere la pandemia di Covid-19, anche durante le feste natalizie, in attesa dell'avvio delle vaccinazioni in ciascuno dei paesi membri. Il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte dice che "il Natale alle porte rappresenta un momento di serenità per le nostre comunità, ma allo stesso tempo siamo chiamati proprio ora a mantenere alta la guardia. Perché la pandemia – continua Conte - ha comportato un costo umano devastante e ha messo a dura prova le nostre abitudini. Questo sarà un Natale diverso, ma lo sviluppo dei vaccini e il loro lancio a breve sono più di un segnale di speranza per tutti noi". Nel video risalta la brevità del messaggio del premier ungherese Viktor Orban: 5 secondi in tutto, su 8 minuti e 52 secondi totali, incluso il fotogramma iniziale con la bandiera magiara, meno dell'1% del tempo complessivo. "Uniamoci - dice da Budapest - se uniamo le forze ce la faremo ancora".

Tags: 27 dicembre, claudia alivernini, conte , coronavirus, covid, infermiera, pfizer, prima vaccinata in italia, ue, vaccino, v-day

Share this story: