Smartwatch e occhiali "da spionaggio": i nuovi hardware di Zuckerberg destano alcune perplessità

02 novembre 2021, ore 14:00

Un nuovo orologio e un paio di occhiali da sole in grado di fare foto e video sono le nuove scommesse di Zuckerberg, che oltre alla creazione del metaverso vuole investire nel mercato degli hardware

Meta, l’azienda che fino a pochi giorni fa portava il nome di Facebook, sta pensando di sviluppare uno smartwatch in grado di scattare foto e video. Nei piani di Zuckerberg, il nuovo gadget sarebbe un tassello in più nella costruzione del metaverso, il luogo in cui realtà e mondo virtuale si sovrappongono: per rendere totalizzante l’esperienza social, sarà necessario l’utilizzo di nuovi e aggiuntivi dispositivi.

PRIVACY A RISCHIO

Secondo alcune indiscrezioni il nuovo orologio avrà angoli arrotondati – come l’Apple Watch – e avrà una fotocamera frontale ben visibile. A molti non è sfuggito il paragone con il primo esperimento di hardware dell’ex Facebook: gli occhiali da sole in collaborazione con Ray-Ban e Luxottica. Questi ultimi sarebbero degli occhiali in apparenza normali: guardandoli da vicino però si può notare una piccola luce nell’angolo della lente. È il segnale che lo strumento ha iniziato a registrare un video o sta scattando una foto. Il che, se da una parte ha entusiasmato gli amanti di tecnologia o i videomaker, ha sollevato una giusta preoccupazione riguardo privacy e sicurezza. Se qualcuno ci fa un video o una foto con il telefono, quando siamo per strada o su un mezzo pubblico, solitamente ce ne rendiamo conto. Se lo strumento utilizzato è invece un paio di occhiali, il cui unico segno particolare è una lucina che in controluce diventa quasi invisibile, diventa molto più semplice per i malintenzionati rubare frame della nostra quotidianità. Nonostante sia troppo presto per affermare con certezza se lo smartwatch targato Meta solleverà le stesse preoccupazioni, è ormai noto che la società di Zuckerberg, così come emerso attraverso i Facebook Papers, ha un problema con la sicurezza: più che una grande innovazione tecnologica, il voler investire nel mercato degli hardware potrebbe rilevarsi un’arma pericolosa per il fondatore dell’azienda.


Smartwatch e occhiali "da spionaggio": i nuovi hardware di Zuckerberg destano alcune perplessità

FACEBOOK HA PERSO MILIONI PER COLPA DI APPLE

In questo momento, oltre alle accuse dell’ex dipendente Frances Haugen, a Menlo Park c’è un nuovo problema da affrontare: le nuove regole sulle privacy stabilite da Apple sugli iPhone hanno infatti fatto perdere milioni di dollari a Facebook. A renderlo noto è stata un’analisi condotta dall’azienda di pubblicità online Lotame e ripresa da Financial Times: il nuovo aggiornamento renderebbe infatti impossibile lo sviluppo di annunci personalizzati. Per spiegarne la dinamica, Lotame ha utilizzato l’esempio di un’azienda di vestiario: se prima per vendere, ad esempio, un determinato capo l’azienda sapeva esattamente a chi mostrare l’annuncio attraverso una campagna di marketing online mirata, ora invece, con l’introduzione del blocco del tracciamento delle informazioni, dovrà mostrare il prodotto a un bacino di utenti indistinto, sperando di catturare l’attenzione di almeno una parte di essi. “I costi per rimediare un cliente sono raddoppiati, con una perdita del rendimento del 50%”, si legge nella ricerca. Come conseguenza, molte società hanno quindi deciso di non investire più sulle piattaforme, portando a una perdita complessiva di 10 miliardi di dollari divisi tra Facebook, Snapchat, Twitter e Youtube.




Tags: Facebook, Mark Zuckerberg, Ray Ban, Smartwatch

Share this story: