Ucraina, Kiev verso l'assedio, un convoglio lungo 60 km di mezzi militari russi vicino alla Capitale

01 marzo 2022, ore 07:11

Nonostante i tentativi di dialogo per trovare un accordo di pace, prosegue e si intensifica l'offensiva russa sulle città ucraine. il sindaco di Kiev parla di attacchi senza fine. Il presidente Zelensky accusa Mosca di crimini di guerra per i bombardamenti di Kharkiv

Per la sesta notte consecutiva sono andati avanti in combattimenti russi in Ucraina, nonostante i tentativi di dialogo per trovare un accordo di pace. Le sirene d’allarme sono risuonate nelle ultime ore in diverse città. Secondo quanto riporta il Kiev Independent, in particolare nella citta' di Rivne, a ovest di Kiev, Ternopil (ovest), Vinnytsia (centro) e Volyn (nordovest). Crescono le preoccupazioni per Kiev che nelle prossime ore potrebbe esser assediato dalle forze di Mosca. Secondo alcune immagini satellitari diffuse, un convoglio di mezzi militari lungo 64 km si sta dirigendo verso la Capitale. Si tratta di blindati, tank, pezzi di artiglieria e altri veicoli logistici. Il convoglio si estende “dall'area intorno all'aeroporto di Antonov (a circa 25 km dal centro di Kiev) a sud fino a Prybirsk a nord”, si legge in una email della Maxar Technologies che ha fornito le immagini. Le fotografie mostrano diverse case in fiamme lungo tutto il percorso. Il Guardian ha pubblicato anche un video di un incendio in una base militare lungo una strada di Brovary, 25 km a nordest di Kiev. Nel video, girato dall’interno di un’auto si vede il rogo provocato da un attacco aereo.

"Attacchi senza tregua"

La conferma che la situazione a Kiev sia estremamente difficile arriva anche dal sindaco della capitale, Vitali Klitschko: “Abbiamo sentito le esplosioni ogni ora la notte scorsa, per tutta la notte e negli ultimi quattro giorni - ha dichiarato l'expugile campione dei pesi massimi in un’intervista alla Cnn - Gli abitanti sono molto nervosi, trascorrono molto tempo nei bunker” . "Siamo pronti a combattere e pronti a morire per il nostro Paese, per le nostre famiglie perché è la nostra casa – ha proseguito -  è il nostro futuro e qualcuno vuole entrare nelle nostre case e rubarci il futuro”.


"Crimini contro l'Umanità"

Il presidente ucraino Volodymyr Zelensky, in un dei video diffusi ieri sui social e in tv, ha accusato la Russia di "crimini di guerra" per aver brutalmente bombardato Kharkiv:” una citta' pacifica, con aree residenziali pacifiche, senza strutture militari. Racconti di decine di testimoni oculari provano che non si tratta di colpi vaganti, ma la distruzione deliberata di persone: i russi sapevano dove stavano sparando". "Ci sara' una corte internazionale per questo crimine – ha aggiunto - nessuno nel mondo vi perdonera' per aver ucciso pacifici cittadini ucraini”.


Ucraina, Kiev verso l'assedio, un convoglio lungo 60 km di mezzi militari russi vicino alla Capitale
Tags: Kharkiv, Kiev, Ucraina

Share this story: