Venti di crisi sul governo, Salvini, qualcosa si è rotto

 07 agosto 2019

Comizio del vicepremier a Sabaudia dopo un incontro a Palazzo Chigi con il premier Giuseppe Conte

Matteo Salvini non esclude una crisi di governo e lancia un aut aut agli alleati del MoVimento 5 Stelle: “O il governo agisce in fretta o dico basta, scaldare la poltrona non ci interessa”. Il vicepremier è intervenuto a un comizio a Sabaudia, sul litorale laziale, dopo aver incontrato il premier Giuseppe Conte a Palazzo Chigi. L’ultima spaccatura all’interno della maggioranza si è verificata sulla TAV, con i pentastellati isolati dopo che al Senato è stata bocciata la loro mozione sul No alla linea ferroviaria veloce tra Torino e Lione. In serata è circolata l’ipotesi di un rimpasto, a rischio sarebbero i ministri Toninelli e Trenta. Salvini non è entrato nel merito, ma non ha escluso sviluppi: “Questo è stato un anno bello, abbiano fatto cose importanti. L’ultima cosa che ci interessa è di avere qualche ministero in più o qualche poltrona in più. Anzi, le sette poltrone della Lega al governo sono a disposizione degli italiani. O si possono fare le cose oppure si torna a votare.” Il ministro dell’interno ha poi aggiunto: “Non dirò mai niente contro Di Maio e Conte, abbiamo lavorato insieme e sono orgoglioso di quello che abbiamo fatto. Certo, non nego che negli ultimi due tre mesi qualcosa si è rotto. I Si sono diventati No, e con i NO non si va da nessuna parte. Quando si sta al governo, o le cose si possono fare oppure la parola torna al popolo”. Il premier Giuseppe Conte ha cncellato la conferenza stampa in programma domani.
Venti di crisi sul governo, Salvini, qualcosa si è rotto

Share this story: