Alessandria: maltrattamenti ai danni di una bambina di tre mesi, in carcere i genitori

Alessandria: maltrattamenti ai danni di una bambina di tre mesi, in carcere i genitori

Alessandria: maltrattamenti ai danni di una bambina di tre mesi, in carcere i genitori


La coppia è finita dietro le sbarre grazie alla segnalazione di un familiare. La piccola, ricoverata in ospedale, non è in pericolo di vita

Sono finiti dietro le sbarre con l’accusa di maltrattamenti i giovani genitori di una bambina ha riportato gravi lesioni al viso e al corpo. La piccola di 3 tre mesi è stata salvata grazie alla segnalazione di un familiare che ha portato alla luce il caso il 23 ottobre scorso. Teatro dei presunti maltrattamenti una abitazione in centro ad Alessandria. La squadra mobile della città piemontese è intervenuta. I genitori della bimba hanno aperto la porta e si sono trovati di fronte le forze dell’ordine. La segnalazione si è rivelata vera. La piccola è stata trovata nella culla con evidenti segni di maltrattamenti al volto e al corpo. Gli agenti di polizia hanno subito richiesto l’intervento dei sanitari che hanno portato la bambina presso l'Ospedaletto infantile Cesare Arrigo di Alessandria. La piccola è stata immediatamente ricoverata nel nosocomio e sottoposta ad accertamenti. Il risultato di tali accertamenti ha spalancato le porte del carcere ai genitori, ritenuti responsabili.


Il quadro clinico è risultato inequivocabile. Gli ulteriori approfondimenti effettuati dall’equipe medica dell'ospedale, anche di carattere medico legale, hanno chiarito che i segni riscontrati sul volto e il corpo erano compatibili con percosse. Le indagini sono continuate e la squadra mobile di Alessandria ha sentiti parenti e vicini di casa della coppia. In questo modo la polizia ha raccolto tutti gli elementi di prova che hanno incastrato i genitori della bambina, consentendo l’arresto di entrambi con l’accusa di maltrattamenti in famiglia e lesioni personali aggravate. Padre e madre della bimba sono stati successivamente ascoltati dal pm di turno. Il magistrato ha disposto che fossero trasferiti in carcere. Durante l'udienza di convalida del fermo, in base a quanto si è appreso, la donna ha scelto di fare scena muta, evitando di rispondere alle domande del magistrato. L’uomo, invece, ha cercato di difendersi, sostenendo che i segni sulla figlia erano da ricondurre a cause accidentali. Per cautelare la vittima delle presunte percosse tutta la vicenda è avvolta nel massimo riserbo. La bambina, fortunatamente, non in pericolo di vita, anche se le lesioni sono state giudicate serie, lesioni anche pregresse al copro e al cranio. La piccola, dunque, è tuttora ricoverata presso l'Ospedaletto Infantile Cesare Arrigo di Alessandria. Non si esclude che possano emergere altre responsabilità per l’accaduto Proseguono gli accertamenti da parte della squadra mobile.



Argomenti

bambina
carcere
genitori
maltrattamenti
percosse
Agenzia Fotogramma
Alessandria
cronaca

Gli ultimi articoli di Alessandra Giannoli

  • Prima Giornata Mondiale dei Bambini, in cinquantamila all’Olimpico per il grande abbraccio a Papa Francesco

    Prima Giornata Mondiale dei Bambini, in cinquantamila all’Olimpico per il grande abbraccio a Papa Francesco

  • A Palazzo Chigi la premier Meloni incontra il primo ministro palestinese Mustafa

    A Palazzo Chigi la premier Meloni incontra il primo ministro palestinese Mustafa

  • Luciano Benetton, fondatore dell’omonimo Gruppo, lascia la propria azienda

    Luciano Benetton, fondatore dell’omonimo Gruppo, lascia la propria azienda

  • La Corte internazionale di giustizia dell’Aja ordina a Israele lo stop dell’offensiva a Rafah

    La Corte internazionale di giustizia dell’Aja ordina a Israele lo stop dell’offensiva a Rafah

  • Secondo fonti russe il presidente Putin sarebbe pronto a un cessate il fuoco in Ucraina, il Cremlino smentisce

    Secondo fonti russe il presidente Putin sarebbe pronto a un cessate il fuoco in Ucraina, il Cremlino smentisce

  • Un cambio di Europa è possibile, così Giorgia Meloni all’evento di Vox a Madrid

    Un cambio di Europa è possibile, così Giorgia Meloni all’evento di Vox a Madrid

  • Terminata la visita di Papa Francesco a Verona, una giornata densa di appuntamenti

    Terminata la visita di Papa Francesco a Verona, una giornata densa di appuntamenti

  • Chico Forti in Italia, non vedo l’ora di riabbracciare mia madre

    Chico Forti in Italia, non vedo l’ora di riabbracciare mia madre

  • All’età di 68 anni è morto a Roma il giornalista Franco di Mare, da tempo era  malato di cancro

    All’età di 68 anni è morto a Roma il giornalista Franco di Mare, da tempo era malato di cancro

  • Maltempo in Veneto, il governatore Zaia parla di danni ingentissimi

    Maltempo in Veneto, il governatore Zaia parla di danni ingentissimi