Disincagliata la nave portacontainer Ever Given, bloccata da giorni nel Canale di Suez, ancora in corso le operazioni

29 marzo 2021, ore 09:33

Il cargo ha ripreso a galleggiare questa mattina grazie al lavoro delle draghe che hanno rimosso la sabbia da sotto lo scafo. Alle operazioni hanno partecipato anche 12 rimorchiatori, tra questi anche uno italiano.

Complice la luna piena, che ha spinto l’alta marea, il cargo Ever Given ha ripreso a galleggiare questa mattina intorno alle 4,30. La notizia, attesa da giorni, è stata data dal fornitore di servizi per il trasporto marittimo Inchcape Shipping e confermata da Vesselfinder e Myshiptracking. I due servizi di monitoraggio dei movimenti navali hanno rilevato da prima l’allontanamento della poppa della nave dalla costa occidentale del canale, poi il raddrizzamento dell’80%. Dunque, le operazioni, in corso da giorni, sono servite per disincagliare questo gigante del mare bloccato su un banco di sabbia dallo scorso martedì.


Le operazioni proseguono 

 Alle operazioni stanno partecipando diverse draghe, che hanno risucchiato la sabbia da sotto lo scafo. Fino a ieri erano 27mila i metri cubi di rena rimossi dalle pompe a una profondità che ha raggiunto i 18 metri. Contemporaneamente 12  rimorchiatori hanno lavorato per allontanare lo scafo dalla riva. Tra questi anche l'italiano "Carlo Magno". Si è trattato di manovre estremamente complesse per l’imponenza della Ever Given. La nave è lunga quasi 400 metri, è larga 59, ha una stazza di 220.000 tonnellate, trasporta oltre 18.000 container e ha un pescaggio di 14,5 metri. Già ieri un primo tentativo non era andato a buon fine e le autorità egiziane avevano ipotizzato di rimuovere parte dei container per alleggerire il cargo. Poi la decisione di attendere la notte con la luna piena che ha spinto l’alta marea agevolando il disincagliamento.


Il ritorno alla normalità

Per un ritorno alla normalità del traffico marittimo bisognerà aspettare ancora giorni. Sono quasi 400 le navi in attesa di passare lungo il canale. si tratta soprattutto di 'bulk container' e porta-container come la Ever Given. Secondo una prima valutazione ci vorranno tra i 3 e i 6 giorni per smaltire l’ingorgo. Anche per questo diverse compagnie marittime hanno deciso di circumnavigare l’Africa per arrivare a destinazione, con ritardi nelle consegne che potrebbero raggiungere le due settimane. I danni sono ingentissimi: Una stima indica in 9,6 miliardi di dollari al giorno il valore del traffico marittimo bloccato a Suez, attraverso cui transita circa il 30% dei container in giro per il mondo e circa il 12% del commercio mondiale. Per l'Italia si tratta del 40,1% dell'import-export marittimo. La notizia della possibile riapertura del canale ha spinto da subito il prezzo del petrolio verso il basso: sul mercato il greggio Wti del Texas è sceso sotto la soglia dei 60 dollari con un calo del 2,2 a 59,5 dollari al barile, così come il Brent del Mare del Nord quotato a 63,3 con una riduzione dell’1,9%


Disincagliata la nave portacontainer Ever Given, bloccata da giorni nel Canale di Suez, ancora in corso le operazioni
Tags: Canale Suez, Cargo , Ever given , Portacontainer

Share this story: