Egitto: il presidente al Sisi concede la grazia a Patrick Zaki

Egitto: il presidente al Sisi concede la grazia a Patrick Zaki

Egitto: il presidente al Sisi concede la grazia a Patrick Zaki


Il ricercatore, laureato a Bologna, presto sarà in Italia. Soddisfazione del governo impegnato in una lunga trattativa con Il Cairo

Al termine di un’odissea cominciata nel febbraio nel 2020 con l’arresto, 11 udienze e 22 mesi in cella, definitiva svolta giudiziaria per Patrik Zaki, condannato a tre anni di carcere da tribunale di Mansura per diffusione di notizie false. L’attivista e ricercatore egiziano è stato graziato dal presidente Abdel Fatah al Sisi, il provvedimento di clemenza firmato nel primo pomeriggio era l’unica soluzione per il ragazzo tornato a piede libero nel dicembre di due anni fa, dopo la sentenza inappellabile di due giorni fa che lo avrebbe costretto a scontare altri 14 mesi di carcere dopo quelli già trascorsi dietro le sbarre, in via preventiva. Oggi Patrick Zaki sarà in Italia. Gli auguro dal profondo del cuore una vita di serenità e di successi. Così la premier Giorgia Meloni che ha definito un gesto importante la grazia concessa dal presidente egiziano Al Sisi. Voglio ringraziare l'Intelligence e i diplomatici italiani ed egiziani che in questi mesi non hanno mai smesso di lavorare per arrivare alla soluzione auspicata , ha aggiunto la presidente del Consiglio. Attesa, dunque, per il rientro nel nostro Paese di Patrik Zaki che verrà rilasciato alle 9 di mattina, le otto in Italia. Antonio Tajani ha rimarcato l’impegno del governo italiano per risolvere il caso del ragazzo egiziano laureato a Bologna. Con la nostra politica estera abbiamo dato un contributo decisivo per liberare questo giovane, ha sottolineato il vicepremier e ministro degli esteri. La grazia per Zaki è arrivata dopo una lunga e costante trattativa tra Roma e il Cairo, frutto dell'impegno congiunto di esecutivo e intelligence.



Argomenti

Mansura
Agenzia Fotogramma
Egitto
Giorgia Meloni
Il Cairo
Patrick Zaki

Gli ultimi articoli di Alessandra Giannoli

  • Le truppe russe avanzano in Ucraina, Mosca prepara una nuova offensiva secondo Zelensky

    Le truppe russe avanzano in Ucraina, Mosca prepara una nuova offensiva secondo Zelensky

  • Prima Giornata Mondiale dei Bambini, in cinquantamila all’Olimpico per il grande abbraccio a Papa Francesco

    Prima Giornata Mondiale dei Bambini, in cinquantamila all’Olimpico per il grande abbraccio a Papa Francesco

  • A Palazzo Chigi la premier Meloni incontra il primo ministro palestinese Mustafa

    A Palazzo Chigi la premier Meloni incontra il primo ministro palestinese Mustafa

  • Luciano Benetton, fondatore dell’omonimo Gruppo, lascia la propria azienda

    Luciano Benetton, fondatore dell’omonimo Gruppo, lascia la propria azienda

  • La Corte internazionale di giustizia dell’Aja ordina a Israele lo stop dell’offensiva a Rafah

    La Corte internazionale di giustizia dell’Aja ordina a Israele lo stop dell’offensiva a Rafah

  • Secondo fonti russe il presidente Putin sarebbe pronto a un cessate il fuoco in Ucraina, il Cremlino smentisce

    Secondo fonti russe il presidente Putin sarebbe pronto a un cessate il fuoco in Ucraina, il Cremlino smentisce

  • Un cambio di Europa è possibile, così Giorgia Meloni all’evento di Vox a Madrid

    Un cambio di Europa è possibile, così Giorgia Meloni all’evento di Vox a Madrid

  • Terminata la visita di Papa Francesco a Verona, una giornata densa di appuntamenti

    Terminata la visita di Papa Francesco a Verona, una giornata densa di appuntamenti

  • Chico Forti in Italia, non vedo l’ora di riabbracciare mia madre

    Chico Forti in Italia, non vedo l’ora di riabbracciare mia madre

  • All’età di 68 anni è morto a Roma il giornalista Franco di Mare, da tempo era  malato di cancro

    All’età di 68 anni è morto a Roma il giornalista Franco di Mare, da tempo era malato di cancro