Fisco, la maggioranza rimane divisa. Salvini: “La delega così com’è aumenta le tasse sulla casa”

08 aprile 2022, ore 18:06

Il segretario della Lega torna a ribadire la posizione del centrodestra sulla riforma del catasto, dal PD il leader Letta parla di montature e afferma: “Gli unici aumenti che subiamo e rischiamo di subire hanno un solo responsabile, Putin e la sua guerra”

"C'è la guerra, c'è la pandemia ancora in corso e ipotizzare aumenti sulle tasse non è assolutamente immaginabile: mi fa piacere che Draghi dica a parole di non voler aumentare le tasse, ma la Lega e il centrodestra non possono votare un documento dove c'è scritto che potranno aumentare le tasse sui risparmi, sui conti correnti, sui titoli di Stato, sugli affitti e sulla casa". Torna a ribadire la posizione del Carroccio e dell'intero centrodestra, in merito alla delega fiscale, il leader della Lega Matteo Salvini, parlando con i cronisti fuori dall'aula bunker dell'Ucciardone, durante una pausa dell'udienza del processo Open Arms. "In questo momento, sperando che la pace torni a prevalere sui missili e sulle bombe, noi ci preoccupiamo di proteggere i risparmi, la casa e i conti correnti degli italiani". sottolinea Salvini, ricordando di aver chiesto al premier "un altro intervento, altri miliardi di euro per sostenere famiglie e imprese che con ce la fanno a pagare le bollette" e in questo contesto "ipotizzare di aumentate le tasse è assolutamente impensabile".


La 'delega'

Mercoledì sera, sulla delega fiscale, la maggioranza si è divisa di nuovo in Commissione finanze alla Camera, con il centrodestra invece compatto. Ieri pomeriggio Palazzo Chigi ha precisato con una nota che "il governo non ha alcuna intenzione di aumentare le tasse" e "nel caso della delega fiscale il presidente Draghi ha specificato, anche di recente, che il provvedimento non porta incrementi sull'imposizione fiscale degli immobili regolarmente accatastati. Nessuno pagherà più tasse. Il governo non tocca le case degli italiani. E lo stesso sarà per gli affitti e per i risparmi". Ma le rassicurazioni non sono bastate al centrodestra, come dimostrano le parole di Salvini ma anche quelle del coordinatore nazionale di Forza Italia, Antonio Tajani: "Siamo assolutamente favorevoli a far sì che questo governo arrivi fino alla fine della legislatura", ma "alcuni passaggi di testi usciti dal Consiglio dei ministri possono e devono essere migliorati in Parlamento", tra cui "la riforma della giustizia per cui chiediamo che non venga messa la fiducia" e la riforma del catasto nella delega fiscale, "visto che l'articolo 6 si prefigura come un'altra stangata per i proprietari di immobili”


L’opposizione

Dall'opposizione, il capogruppo di Fdi alla Camera Francesco Lollobrigida invece dichiara: "Le chiacchiere stanno a zero. Un governo che alza le tasse, specie in questo momento, non può essere sostenuto dalle forze che intendono rappresentare il popolo del centrodestra. Fratelli d'Italia voterà no alla delega fiscale. Nessun compromesso sulla casa e il risparmio dei cittadini per continuare a sperperare soldi in reddito di cittadinanza e marchette elettorali".



Il PD

Su Twitter, però, il segretario del PD Enrico Letta parla di una "montatura propagandistica su inesistenti aumenti delle tasse" che parte dal centrodestra: "È bene essere chiari. Gli unici aumenti che subiamo e rischiamo di subire hanno un solo responsabile, Putin e la sua guerra. Non si provi a rivoltare la frittata. Non lo consentiremo".

Fisco, la maggioranza rimane divisa. Salvini: “La delega così com’è aumenta le tasse sulla casa”
Tags: catasto, Draghi, Letta, Salvini

Share this story: