Foibe, Conte, "Una ferita da risanare"

10 febbraio 2020, ore 20:00 , agg. alle 21:29

Il premier in aula al Senato per la Giornata del Ricordo, a Basovizza è polemica, il Pd lascia la cerimonia

"Siamo qui per risanare la ferita delle Foibe e per chiedere ancora una volta scusa per l'oblio calato su quel dramma", dice il presidente del Consiglio Giuseppe Conte intervenendo al Senato alla commemorazione delle vittime delle foibe. Dopo le parole del Presidente Sergio Mattarella che ha descritto una vera sciagura nazionale, "in passato sottovalutata", la Giornata del ricordo è stata celebrata in tutta Italia, non senza polemiche. Alla foiba di Basovizza, quando in rappresentanza del Senato ha preso la parola Maurizio Gasparri di Forza Italia, il Partito Democratico ha abbandonato la cerimonia in segno di protesta. La presidente di Palazzo Madama Elisabetta Alberti Casellati parla delle foibe come di un "genocidio di ferocia inaudita". Il presidente della Camera Roberto Fico sottolinea che "è compito delle Istituzioni rigettare ogni negazionismo". 'Folle chi nega la Shoah e le foibe', dice il leader della Lega Matteo Salvini. Il presidente del Parlamento europeo David Sassoli parla di "tragedia nazionale che per troppo tempo, vergognosamente, si è tentato di negare". Per il ministro degli Esteri Luigi Di Maio "il ricordo di quell'eccidio si deve trasformare in un insegnamento ed in un’esaltazione dei valori di pace". 
Foibe, Conte, "Una ferita da risanare"

Share this story: