Ignazio Marino a RTL 102.5: "Disponibile ad aiutare Gualtieri". Inceneritore? "Si rinnovi quello esistente"

16 luglio 2022, ore 11:00 , agg. alle 12:02

L'ex sindaco di Roma parla a RTL 102.5 delle sfide che la Capitale sta affrontando, dagli incendi ai rifiuti

La città di Roma, come molti parti d'Italia, si trova ad affrontare numerose sfide che con l'inizio dell'estate hanno visto acuirsi alcune difficoltà: dall'emergenza incendi a quella siccità, dal problema dello smaltimento dei rifiuti alle grandi possibilità che il PNRR mette sul tavolo. In Non Stop News parla l'ex sindaco di Roma Ignazio Marino e dice la sua su rifiuti, inceneritore e incendi. "In molte città del mondo i rifiuti non sono un problema ma una risorsa, un business. Evidentemente qualcosa non funziona a Roma, e si è pensato che il profitto dei privati fosse più importante del benessere dei cittadini".


Problema rifiuti: come uscirne

"Quello che accade non accade per caso: dagli anni sessanta al 2013, quando decisi di chiudere la discarica di Malagrotta, la più grande in Europa, altre città hanno fatto delle scelte mentre Roma non ha scelto nulla perché aveva un monopolista che gestiva una discarica, e alla politica faceva comodo che tutto il business dei rifiuti finisse solo a quel monopolista e solo a quella discarica". Quando chiusi Malagrotta, continua Marino, "lo feci con un piano, ossia quello di recuperare dai rifiuti un vero business: utilizzare l'umido per trasformarlo in gas e riavviare il ciclo industriale con materie come plastica, carta e cartone e utilizzare l'inceneritore per la parte residuale. Questo non è stato fatto ma c'è un motivo".


Inceneritore sì o no?

Dopo che nelle ultime settimane si è alzata la polemica - politica e non - in merito alla costruzione di un inceneritore per Roma, Marino ha commentato: "Dal momento che la Regione Lazio possiede un inceneritore a Colleferro, e questo inceneritore ha bisogno di essere modernizzato per raddoppiare la quantità di materiale che può accogliere, già dal 2014 proposi di unire le forze di Comune e Regione per lavorare insieme, specialmente quando queste hanno lo stesso colore politico. Non venni ascoltato e non ebbi mai nessuna risposta dal presidente Zingaretti, che acquistò invece il materiale per il rinnovamento nel 2016, dopo il mio allontanamento, per poi decidere di non farlo più nel 2018". E ancora: "Non capisco perché si approvi un progetto per un inceneritore del costo di un miliardo mentre non si approva un progetto di rinnovamento di un inceneritore esistente da trenta milioni".


L'emergenza incendi e i sospetti di dolo

Su numerosi incendi che in questi anni hanno coinvolto la città di Roma e alcuni impianti di smaltimento dei rifiuti Marino commenta: "Sono sempre stato convinto che l'incendio che avvenne nel 2015 durante la mia amministrazione sia stato doloso, così come quello accaduto durante l'amministrazione Raggi, siccome è stato documentato che le telecamere fossero spente da oltre 72 ore. Se si mette in difficoltà quel poco di attrezzatura industriale che il pubblico possiede a Roma si cade sempre di più nelle mani di chi possiede attrezzature industriali ed è un privato. Chi abbia incendiato queste attrezzature non è una domanda a cui posso rispondere io, la magistratura e le forze dell'ordine dovranno dare delle risposte".


"Disponibile ad aiutare Gualtieri"

Su una possibile chiamata a collaborare del sindaco di Roma Roberto Gualtieri, l'ex primo cittadino della Capitale si dice disponibile a dare una mano per Roma: "Non ho nessuna difficoltà a parlare e a confrontarmi con il sindaco Gualtieri. Non credo che accadrà perché il Partito democratico a cui Gualtieri appartiene è lo stesso che ha voluto allontanarmi con delle firme da un notaio senza nessun dibattito. Sono passati tanti anni e non ho nessun rancore e nessun risentimento, quindi sono assolutamente disponibile se posso aiutare la città di Roma con i miei consigli e con la mia esperienza".

Ignazio Marino a RTL 102.5: "Disponibile ad aiutare Gualtieri". Inceneritore? "Si rinnovi quello esistente"
Ignazio Marino: le diverse emergenze che si ritrova ad affrontare la città di Roma
Tags: Gualtieri, Ignazio Marino, Incendi, Marino, Rifiuti, Roberto Gualtieri, Roma

Share this story: