In auto con mamma e papà senza annoiarsi, piccolo vademecum dedicato ai più piccoli, per viaggi senza stress

22 giugno 2021, ore 12:00 , agg. alle 12:26

Quando si viaggia con uno o più bambini in auto (ma anche in treno) è utile ricorrere a qualche piccolo stratagemma, perché i più piccoli non si annoino troppo e possano viaggiare serenamente, trasformando l'itinerario in un'avventura

Quest'anno i bambini potrebbero essere più impazienti, anche perché alle nostre spalle abbiamo i mesi  della pandemia, per molti il secondo anno di didattica a distanza e di chiusure. Questo comporta il dover cercare un intrattenimento extra per i nostri figli. In ogni caso, dobbiamo sempre tenere a mente che è bene intrattenere i bambini in auto ma soprattutto è importante non distrarre il conducente. Ma qual è il modo migliore per non farli annoiare troppo durante gli spostamenti in auto o in treno senza mettere a rischio la guida? Ecco una piccola lista di suggerimenti 

 1. Cantare canzoni

Le sfide canore durante il viaggio in auto sono un modo per genitori e figli di giocare insieme a fare finta di essere star della tv o dei talent show. Tra i preferiti dai bambini italiani più piccoli ci sono brani come "Baby Shark" o "La vecchia fattoria", fino ai successi dello Zecchino d'oro, anche se in realtà, i più piccoli ormai sono sempre più ferrati sulle hit del momento, grazie all'ascolto radiofonico. In ogni caso, sarebbe bene cantare in modo educato, non a squarciagola, evitando di trasformare l’auto in un karaoke o una discoteca, dove è impossibile parlare o prestare attenzione alla guida.

2. Parlare

Nella frenetica vita quotidiana non è facile trovare il tempo per parlare con i propri figli. Gli impegni, il ritmo del lavoro e della scuola, gli orari dei pasti, i compiti, lo sport e le ore passate davanti alla tv lasciano poco tempo per tutto il resto. Approfittare dei viaggi per chiacchierare con i bambini è una buona opportunità. Non solo può essere divertente per i bambini, ma anche istruttivo per i genitori; un modo per conoscerli meglio e approfondire alcuni lati del loro carattere, pensieri e preoccupazioni con cui spesso non ci si confronta.

3. Giocare con i giocattoli o guardare film

Sono due tipi di intrattenimento che rispolverano tradizionalmente il gioco e il divertimento. Innanzitutto, sia in auto che in treno i bambini possono usare i giocattoli, magari di non grandi dimensioni, un peluche o una bambola, un'automobilina o un puzzle. Anche guardare film o serie può essere un buon espediente per aiutare i più piccoli a viaggiare sereni. Grazie a tablet o cellulari i bambini possono guardare film e cartoni, mentre gli adulti possono chiacchierare tra loro, godersi il paesaggio o fare un pisolino. Basta fornirgli un paio di cuffiette.

5. Raccontare storie

Il vecchio trucco del raccontare una storia funziona sempre, tutti conoscono e ricordano quelle della loro infanzia ma può essere ancora più divertente inventarne di nuove e rendere i bambini stessi protagonisti. Un'idea interessante potrebbe essere che ogni bambino inizi una storia e un altro tra genitori o fratellini e sorelline, se ci sono, la continui. Oltre a distrarre i bambini, incoraggia la loro immaginazione. Anche leggere una storia può essere un’opzione ma bisogna fare attenzione se si soffre il mal d’auto.

6. Lasciarli giocare con le console

I ragazzini lo chiedono e i genitori spesso acconsentono, in realtà concedere il gioco con la console dovrebbe essere una proposta ristretta a un breve periodo, poiché, tra l'altro, fissare uno schermo a così breve distanza a lungo e in movimento può dar luogo a problemi di vertigini e in alcuni casi nausea.


In auto con mamma e papà senza annoiarsi, piccolo vademecum dedicato ai più piccoli, per viaggi senza stress
Tags: auto, bambini, treno, viaggi

Share this story: