Ponte Morandi, oggi a Genova il ricordo delle 43 vittime

 14 agosto 2019

Si sono tenute oggi, in tarda mattinata, le celebrazioni per commemorare chi perse la vita il 14 agosto dello scorso anno

A un anno dalla caduta del ponte Morandi, i genovesi ricordano le vittime.”Se restiamo uniti e ci lasciamo umilmente abbracciare da Dio, allora saremo capaci di abbracciarci gli uni con gli altri e le nostre capacità si moltiplicheranno e faranno miracoli, sia così per il bene di Genova”, ha detto il Cardinale Angelo Bagnasco all’inizio della celebrazione della Messa di commemorazione all’interno di un capannone nei pressi della pila 9 del ponte, che è in fase di ricostruzione. La celebrazione è cominciata con la lettura dei nomi delle 43 vittime. Presenti alla cerimonia il presidente della Repubblica Mattarella, che ha abbracciato i parenti delle vittime, il premier Conte, i vicepremier Salvini e Di maio e i vertici di Autostrade per l’Italia che però, per volontà dei famigliari, sono stati allontanati. Hanno abbandonato l’area senza protestare. Al termine della Messa, il Presidente del Comitato delle famiglie delle vittime del Morandi, Egle Possetti, ha chiesto così giustizia: “La loro è stata una condanna a morte. Vogliamo giustizia. Ringraziamo gli inquirenti, auspichiamo che non siano lasciati soli” . Il premier Giuseppe Conte, infine, ha aggiunto: “Abbiamo lavorato intensamente per mantenere e assicurare le case agli sfollati e ora stiamo lavorando per i familiari delle vittime istituendo un tavolo tecnico per erogare loro gli anticipi per affrontare le spese giudiziarie”. La commemorazione si è conclusa con un minuto di silenzio, alle 11.36, ora del crollo, accompagnato dal rintocco di tutte le campane della città e dalle sirene delle imbarcazioni in porto, seguito da un lungo applauso.
Ponte Morandi, oggi a Genova il ricordo delle 43 vittime

Share this story: