Stephanie Frappart, la prima donna arbitro nella storia dei mondiali di calcio

30 novembre 2022, ore 14:22 , agg. alle 14:34

Un modello per bambine e ragazze che finalmente hanno un esempio al femminile all'interno di una competizione internazionale di calcio. La francese Stephanie Frappart è, infatti, la prima arbitro donna nella storia dei mondiali di calcio.

Stephanie Frappart, un successo annunciato

Ci sono vite che sembrano dover in qualche modo cambiare la storia. Ma soprattutto sembrano averne già consapevolezza. Come Stephanie Frappart, 38 anni e di nazionalità francese.

Arbitro donna che nel 2019 lanciava sui social una sua foto sul rettangolo verde, accompagnata da questa descrizione: “Spero di poter essere di esempio alle arbitre femminili e a tutte le ragazze che sognano di fare l’arbitro”.


La prima arbitro donna nella storia dei mondiali di calcio

E, difatti, leggendo oggi quelle parole sembrava tutto già scritto: Stephanie sarà la prima arbitro donna nella storia dei mondiali di calcio.

Lo farà in Qatar giovedì prossimo per la partita Costarica - Germania, match tra le altre cose molto delicato perché potrebbe rappresentare una clamorosa esclusione della Germania dagli ottavi di finale. La conduzione e la gestione dei novanta minuti non sarà certamente una novità per la francese, che vanta una lunga esperienza alle spalle. Arbitro di calcio dal 2011, è stato il primo arbitro donna nella Ligue 2 (2014), poi nella Ligue 1 maschile (2019), nella Supercoppa Europea (agosto 2019), nella Champions League (dicembre 2020) e nella finale della Coupe de France (7 maggio 2022).

Stephanie Frappart, la prima donna arbitro nella storia dei mondiali di calcio
PHOTO CREDIT: agenziafotogramma.it

Le altre donne arbitro di Qatar 2022

Finora il suo debutto mondiale era stato, come per le altre due colleghe, nel ruolo di quarto uomo: insieme alla giapponese Yamashita Yoshimi e alla ruandese Salima Mukansanga, è tra le tre donne tra i 36 arbitri selezionati per il torneo. La brasiliana Neuza Back, la messicana Karen Diaz Medina e l'americana Kathryn Nesbitt sono invece tra i 69 assistenti arbitrali. Sempre Frappart era stata designata come quarto ufficiale di gara per Messico - Polonia (l'arbitro era in quell'occasione l'australiano Chris Beath), giocata al 974 Stadium di Doha. Un primo passo.

Le parole di Frappart

“È un segnale forte da parte della Fifa avere donne arbitri in Qatar. Non sono una portavoce femminista ma se questo può far accadere le cose...". E si chiude così il cerchio, si ritorna a quella consapevolezza di chi sa di giocare un ruolo come un modello per un'intera generazione di future donne arbitro. Per la francese la Coppa del Mondo è la logica continuazione di un'ascesa fulminea. Ora un altro passo, che non sarà di certo l'ultimo.

Tags: calcio, donna arbitro, mondiali, Qatar 2022, Stephanie Frappart

Share this story: