Usa, Donald Trump dice no al dibattito virtuale con lo sfidante alle presidenziali Joe Biden

08 ottobre 2020, ore 18:27

“Mi sento perfettamente, non credo di essere contagioso”, ha detto il capo della Casa Bianca, per poi accusare la commissione organizzatrice di voler proteggere il candidato democratico

Si terrà da remoto, il 15 ottobre, il prossimo faccia a faccia fra Donald Trump e l’avversario alle elezioni presidenziali, Joe Biden. Così ha deciso la commissione che tradizionalmente organizza i dibattiti presidenziali, spiegando che si tratterà di una “town hall virtuale”. Ma il presidente americano ha detto che non ci sarà. “Mi sento perfettamente, non credo di essere contagioso”, ha spiegato, per poi accusare la commissione organizzatrice di voler proteggere il candidato democratico Joe Biden.

Donald Trump dice “no” al faccia a faccia virtuale 

Non sprecherò il mio tempo in un dibattito virtuale – ha detto Donald Trump -. Questo non ha nulla a che fare con quello che dovrebbe essere un dibattito. Si sta seduti dietro un computer e si parla, è questo un dibattito? Ridicolo. E poi possono tagliarti ogni volta che vogliono". Poi un attacco al moderatore scelto per il secondo dibattito con Biden. Si tratta di Steve Scully, della rete C-Span: “Non è mai stato un Trumper”, ha detto il presidente.

Usa, Donald Trump dice no al dibattito virtuale con lo sfidante alle presidenziali Joe Biden

Scintille nel primo duello tv tra i candidati alla vicepresidenza Usa

Scontro sulla gestione della pandemia nel primo ed unico duello tv tra i candidati alla vicepresidenza nel 2020, l'uscente Mike Pence e la senatrice dem Kamala Harris, divisi dai pannelli di plexigass contro il Covid sul palco della Kinsbury Hall della Utah University, a Salt Lake City. "Gli americani sono stati testimoni del più grosso fallimento di una amministrazione presidenziale nella storia del nostro Paese", ha detto la senatrice californiana, che ha accusato la coppia Trump-Pence di aver nascosto e minimizzato la gravità del Covid-19, rinfacciandogli i 210 mila morti e gli oltre 7,5 milioni di casi. "Il presidente ha messo la salute degli americani al primo posto e ha fatto quello che nessun altro presidente ha fatto, promuovendo la più grande mobilitazione dalla seconda guerra mondiale in termini sanitari", ha risposto Pence.

Il botta e risposta fra Mike Pence e Kamala Harris 

"E' un privilegio essere qui con lei", ha esordito Pence, che ha più volte sforato i tempi e a più riprese ha interrotto l'avversaria. “Sto parlando io", ha detto più volte la Harris. "Tu e Biden state minando la fiducia pubblica nel vaccino in arrivo", ha accusato Pence. "Lo prenderò se me lo dice Anthony Fauci, non Donald Trump", ha replicato la senatrice, parlando dei tentativi della Casa Bianca di dribblare le procedure per avere un vaccino prima del voto.

Il fuoriprogramma della mosca che ha scatenato i social

Interruzioni, facce, espressioni bizzarre e… fuoriprogramma. Nel dibattito fra Kamala Harris e Mike Pence, c’è stato un terzo grande protagonista: una mosca che si è appoggiata sulla testa di Pence infastidendolo ed è rimasta immobile due minuti e tre secondi. Quelle immagini hanno scatenato i social, con tanto di hashtag #fly2024 entrato subito in tendenza. Qualcuno, su Twitter, ha chiesto: “E’ possibile fare alla mosca il test per il Covid?”. 

Tags: biden, dibattito, harris, kamala, mosca, pence, trump, virtuale

Share this story: