Yara, difesa Bossetti, il Dna c'è, è frode processuale

27 novembre 2019, ore 19:40 , agg. alle 20:38

Annunciata denuncia in vista della richiesta di revisione del processo

La difesa di Massimo Bossetti, condannato all'ergastolo in via definitiva per l'omicidio di Yara Gambirasio annuncia una denuncia per frode processuale in vista di una richiesta di revisione del processo dopo un'intervista a un ex consulente del pm di Bergamo al settimanale Oggi. Il consulente sostiene che "il Dna di Ignoto 1 è sempre stato al San Raffaele. L'abbiamo conservato". "Grazie al settimanale scopriamo che il materiale genetico c'è sempre stato e c'è ancora. La superperizia si può e si deve fare", afferma l'avvocato Claudio Salvagni.
Yara, difesa Bossetti, il Dna c'è, è frode processuale

Share this story: