Botti di Capodanno, feriti in diverse regioni, i divieti non bastano, 558 gli interventi dei Vigili del Fuoco

01 gennaio 2022, ore 11:00

In crescita nell'ultima notte del 2021 e nelle prime ore del 2022, gli interventi effettuati dai Vigili del Fuoco, l'anno scorso erano stati 229; in Campania il bilancio di feriti da botti è il più alto, 14, tra loro anche un bimbo di 21 mesi, ustionato a una mano

Nonostante i divieti, in molti hanno festeggiato l'arrivo del nuovo anno con i fuochi d'artificio. Un 40enne a Taranto ha perso una mano, nell'Ascolano è rimasto gravemente ferito un giovane. A Napoli un uomo è stato colpito da un proiettile vagante, 9 in tutto i feriti nel Napoletano, 14 in tutta la Campania. Tre le persone che sono state soccorse in ospedali del Salernitano. All'ospedale di Sarno sono stati curati un 21enne del luogo, che ha riportato ustioni causate dall'esplosione di un petardo ed è stato giudicato guaribile in 10 giorni, e un bimbo di 21 mesi, di San Marzano sul Sarno, medicato per ustioni alla mano. Un ferito ad Avellino ed uno a Caserta. Le conseguenze più gravi per un uomo di Carbonara di Nola, di 47 anni, che ha perso un occhio. Ferite agli occhi anche per una 53enne a Napoli.

Incendi nati dai fuochi d'artificio

Due incendi nella notte tra Napoli e provincia provocati verosimilmente dal fuoco dei botti. Verso l'una i Carabinieri del nucleo radiomobile di Napoli sono intervenuti nel quartiere Mercato a via padre Ludovico da Casoria per un incendio in un appartamento al quarto piano. Sul posto anche i vigili del fuoco che hanno domato le fiamme. L'incendio ha interessato una sola stanza. Nell'appartamento un uomo del '55 rimasto incolume e visitato dal personale sanitario. Dai primi accertamenti pare che le cause dell'incendio siano dovute ad un fuoco pirotecnico entrato all'interno della stanza da una finestra lasciata aperta. L'appartamento è stato dichiarato inagibile. A San Giorgio a Cremano, poco dopo la mezzanotte, i Carabinieri della locale stazione sono intervenuti a via Tufarelli. anche qui per un incendio. Le fiamme, per cause ancora in corso di accertamento, hanno completamente distrutto il gazebo di un ristorante. L'incendio ha provocato l'annerimento dello stabile sovrastante danneggiando la parte esterna dell'appartamento al primo piano e le inferriate del balcone. Nessun danno strutturale per il palazzo che è agibile. Indagini in corso

Incidenti e feriti in tutt'Italia

Grave incidente anche nell'ascolano. Un ragazzo è stato ricoverato per aver riportato gravi ferite a entrambe le mani a causa di alcuni petardi che stava facendo esplodere insieme ad altri amici nella piazza di Roccafluvone. Quattro feriti in Puglia, 3 hanno subito amputazioni. Fuochi artificiali sono stati lanciati da un gruppo di attivisti No Tav, in Val di Susa, verso il cantiere della nuova ferrovia Torino-Lione presidiato dalle forze dell'ordine. Un incendio si è sviluppato tra i boschi ed è stato spento da un idrante della polizia. Per disperdere i dimostranti sono stati utilizzati dei lacrimogeni.

In crescita interventi Vigili del Fuoco

Sono stati 558 stanotte gli interventi dei Vigili del Fuoco per incendi riconducibili ai festeggiamenti di Capodanno, in aumento rispetto allo scorso anno, quando furono 229. Il numero maggiore quest'anno in Lombardia, dove sono stati 72, seguono: Emilia Romagna 68, Lazio 66, Campania 60, Veneto 46, Toscana 44, Sicilia 43, Liguria 37, Puglia 35.

Botti di Capodanno, feriti in diverse regioni, i divieti non bastano, 558 gli interventi dei Vigili del Fuoco
Tags: botti, Capodanno, VigilidelFuoco

Share this story: