Capodanno, notte di festeggiamenti segnata da numerosi feriti per l'uso sconsiderato dei botti

01 gennaio 2023, ore 10:17 , agg. alle 11:36

Molti i minori che hanno riportato conseguenze permanenti. A Taranto un bimbo di 10 anni ha subito l'amputazione di una mano. In provincia di Caserta un ragazzino di 16 anni è stato raggiunto al volto da un colpo di pistola


Come ogni anno, i festeggiamenti di Capodanno si concludono con il bollettino delle persone rimaste ferite per l’uso sconsiderato di fuochi d’artificio e botti. Solo a Napoli e provincia sono 16 le persone che hanno riportato conseguenze più o meno permanenti, di queste 5 sono minorenni. Si tratta di un dato leggermente più alto rispetto al 2021, quando i feriti furono 8. La casistica riportata dai Pronto soccorso è sempre la stessa. C’è chi ha perso il dito di una mano, chi ha riportato lesioni e bruciature per l’esplosione ravvicinata di un ordigno. Tra i fatti più gravi, a Caivano un sedicenne è stato colpito al volto da un colpo di pistola mentre festeggiava con la famiglia sul balcone di casa di un parente. Ancora non è chiaro cosa sia avvenuto. I medici dell’ospedale di Frattamaggiore hanno riscontrato i due fori del proiettile, uno all'altezza della mascella destra e l'altro alla mascella sinistra. In Provincia di Caserta un 22enne di San Tammaro ha subito l’amputazione di due dita e ferite al volto. E’ stato da prima curato all’ospedale casertano, per poi essere trasferito al Pellegrini di Napoli. È giovanissimo anche il ragazzino ricoverato per un trauma oculare dopo che una forte deflagrazione sotto la vettura su cui viaggiava ha fatto scattare l’airbag della vettura.


Feriti anche in Puglia, Lombardia e Piemonte


Episodi simili sono segnalati anche in altre città italiane. A Taranto un bambino di 10 anni è stato portato in urgenza all’ospedale Santissima annunziata con gravi ferite a una mano. I sanitari non sono riusciti a rimediare alle conseguenze dell’esplosione di un ordigno e hanno dovuto amputargliela. A Milano, un uomo è rimasto ferito perche' raggiunto da un colpo d'arma da fuoco mentre festeggiava in un locale alla periferia della città. Una persona è stata arrestata. Secondo gli investigatori in questo caso non si sarebbe trattato di un fatto casuale ma la conseguenza di un regolamento di conti per  una banale lite.  A Vercelli una donna di 32 anni ha riportato una grave lesione alla mano per l’esplosione di un petardo. Dopo aver ricevuto le prime cure all'ospedale locale, è stata trasferita d'urgenza al Centro di Riferimento Regionale di Chirurgia Plastica dell'Ospedale Maria Vittoria dell'Asl Città di Torino dove è stata sottoposta ad un delicato intervento di microchirurgia per il salvataggio della mano e delle dita compromesse dal trauma

Centinaia di interventi dei Vigili del fuoco


Per i Vigili del fuoco è stata una notte di intenso lavoro. Sono infatti 646 gli interventi condotti in tutta italia per incendi in qualche modo collegati ai festeggiamenti per la fine dell’anno. Si tratta di un dato in leggero aumento rispetto allo scorso anno quando furono 558. Per lo più si è trattato di incendi di auto e cassonetti e innescati dai botti. L’Emilia Romagna guida la classifica delle regioni che hanno impegnato di più i Vigili del fuoco, con 96 interventi, in Piemonte 50, in Lombardia 47

Capodanno, notte di festeggiamenti segnata da numerosi feriti per l'uso sconsiderato dei botti
Tags: agenzia fotogramma.it, botti , Capodanno, Feriti

Share this story: