Caso Grillo, il video in cui difende il figlio arriva alla Camera, la moglie parla su Facebook

20 aprile 2021, ore 19:00

Dure reazioni alle parole del fondatore del Movimento cinque stelle in difesa del figlio coinvolto in un caso di stupro

Dure risposte sono arrivate da diversi partiti al video pubblicato dal garante del Movimento cinque stelle Beppe Grillo in merito al caso di violenza sessuale in cui sono coinvolti suo figlio Ciro e altri ragazzi. "Siamo distrutti. Il tentativo di fare spettacolo sulla pelle altrui è una farsa ripugnante", ha commentato la famiglia della ragazza vittima delle presunte violenze. Nel video, Grillo ribadisce che esiste un filmato da cui sarebbe evidente che tutti i ragazzi fossero consenzienti e che nonostante la storia sia stata riportata su tutti i giornali, "i ragazzi sono liberi da due anni". Dalle fila della Lega è arrivata l'accusa al fondatore del Movimento cinque stelle di "garantismo a giorni alterni".




Il caso arriva alla Camera

All'apertura dei lavori a Montecitorio le parole di Beppe Grillo sono state stigmatizzate da più parti. La deputata di Fratelli d'Italia Ylenja Lucaselli ha chiesto la convocazione immediata della conferenza dei capigruppo, e critiche sono arrivate anche da Laura Ravetto (Lega) e Valentino Valentini (Forza Italia). La deputata di Italia Viva Lucia Annibali ha rivolto il suo intervento alle donne del Movimento cinque stelle, aspettandosi "una condanna per  un video - quello di Grillo - che lascia sgomenti per i toni". Dal M5S Davide Crippa risponde: "Credo sia una vicenda personale complessa e dolorosa che coinvolge diverse famiglie che stanno vivendo una situazione drammatica. La vicenda è al vaglio la magistratura che rispettiamo, sta alla giustizia fare il suo corso". Crippa ha poi proseguito invitando a distinguere "la vicenda personale di un padre coinvolto e quella del Movimento cinque stelle. Sono due cose diverse".

Caso Grillo, il video in cui difende il figlio arriva alla Camera, la moglie parla su Facebook

Le parole della moglie di Grillo

Dopo la pubblicazione del video da parte di Beppe Grillo, la deputata di Italia Viva Maria Elena Boschi aveva pubblicato un post su Facebook per criticare le parole del garante dei pentastellati, definendo il video "scandaloso". "Non sta a me dire chi ha torto e chi ha ragione, per quello ci sono i magistrati; ma che Grillo usi il suo potere mediatico e politico per assolvere il figlio è vergognoso". Ad aver lasciato un commento proprio a quel post è stata la moglie dello stesso Grillo, Parvin Tadjik: "C'è un video che testimonia l'innocenza dei ragazzi, dove si vede che lei è consenziente; la data della denuncia è solo un particolare".



Tags: Beppe Grillo, Camera, Grillo, Maria Elena Boschi

Share this story: