Confcommercio, la ripresa economica morde ma non basta il rimbalzo post-pandemico. La spesa per hotel, bar ristoranti sarà inferiore a 34mld a fine anno

29 settembre 2021, ore 17:00

Alla 35a Assemblea Generale di Confcommercio, all’Auditorium della Conciliazione a Roma, è intervenuto anche il ministro dello Sviluppo Economico Giorgetti. Il saluto inviato dal presidente della Repubblica Mattarella

Tradizionalmente, l’assemblea di Confcommercio, è un occasione di confronto e un opportunità per presentare alle forze politiche proposte e istanze delle piccole e medie imprese. Sempre più è un momento per sottolineare il valore delle imprese del commercio, del turismo, dei servizi, dei trasporti e delle professioni e il loro contributo a una crescita del Paese più robusta e diffusa. Il presidente di Confcommercio Carlo Sangalli ha parlato diRipresa dell’economi italiana più intensa delle attese” ma ha messo in guardia “Restano i nodi strutturali”. Sangalli ha chiesto al governo di sostenere le imprese, sul fisco ha applaudito Draghino a nuove tasse, perché in questa stagione lo Stato deve dare e non prendere” poi ha aggiunto “Le discoteche sono ancora inspiegabilmente chiuse. Non lo dimentichiamo". La platea che partecipa all'assemblea di Confcommercio, invitata dal presidente di Sangalli, ha osservato un minuto di silenzio dopo "questo martedì nero" ha detto riferendosi alle vittime sul lavoro.

MATTARELLA,LA RIPRESA ECONOMICA E' PIU' INTENSA DELLE ATTESE. IL RUOLO DELLE IMPRESE

Il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella ha inviato un messaggio alla Confcommercio ed ha sottolineato nel suo saluto come “l'Assemblea di Confcommercio Imprese per l'Italia si tiene quest'anno in una fase di ripresa economica più intensa delle attese, dopo la drammatica crisi causata dalla pandemia, che ha colpito in modo particolare i settori dei servizi, dal commercio, alla ristorazione, al turismo". Il capo dello Stato ha scritto che per la traformazione in solidi risultati dei segnali di ripresa cruciale è “Il ruolo delle piccole e medie imprese, anche per rilanciare l'occupazione, specialmente il lavoro stabile, aumentando la partecipazione attiva, inclusa quella di giovani e donne, alla rinascita del Paese".

GIORGETTI, IL NADEF PORTA NOTIZIE POSITIVE SU RIPRESA ED EFFETTI CHE PORTERA

La nota di aggiornamento approvata dal Cdm "porta notizie positive sulla ripresa economica in corso, su effetti che questa genera e genererà" ha detto il ministro dello Sviluppo economico, Giancarlo Giorgetti, nel suo intervento all'assemblea annuale di Confcommercio. "Il presidente del Consiglio, con la sua consueta saggezza, ha detto che dovremo concentrare gli interventi su tutto ciò che produce crescita" perché l'obiettivo "è come generarla", ha aggiunto. Giorgetti ha poi parlato delle discoteche e le sale da ballo che ancora oggi non possono svolgere la loro attività, l'unica attività ancora chiusa ed ha spiegato “In tutti i consigli dei Ministri io chiedo di valutare la riapertura, non perchè abbia un significato economico importante, ma perchè ha un significato simbolico, il diritto al lavoro per migliaia di lavoratori, che oggi il governo non è in grado di garantire. Quando non si e' in grado di garantire, e' sempre una sconfitta".

TURISMO, NEL 2021 SPESA ALBERGHI E RISTORANTI -34 MLD SU 2019

Nonostante la capacità di reazione dell'economia italiana sia stata "notevole in tutte le sue componenti" non bisogna dimenticare che "la spesa per alberghi, bar e ristoranti, alla fine del 2021, sarà ancora inferiore di circa 34 miliardi di euro rispetto al 2019" ha sottolineato il presidente di Confcommercio. "Occorre tenere ben presente che, nei primi sei mesi di quest'anno, - ha aggiunto - le presenze complessive sono ancora inferiori di 115 milioni sempre rispetto al 2019 e, di queste, 77 milioni sono assenze di turisti stranieri. Certo, ci aspettiamo incoraggianti consuntivi per luglio e agosto, ma da qui al pieno recupero dei livelli pre-crisi la distanza è ancora ragguardevole".


Confcommercio, la ripresa economica morde ma non basta il rimbalzo post-pandemico. La spesa per hotel, bar ristoranti sarà inferiore a 34mld a fine anno

RECOVERY, SPENDERE BENE RISORSE O LASCEREMO DEBITI A GENERAZIONE FUTURA

Il presidente di Confcommercio, in uno dei passaggi centrali della sua relazione, ha puntato i riflettori sul Piano nazionale di ripresa e resilienza (PNRR) ma non solo. "Per il nostro Paese, ai 195 miliardi del Pnrr, si affiancheranno ulteriori rilevanti risorse provenienti tanto da fondi speciali nazionali quanto da quelli strutturali europei. Si tratta di ingenti risorse che dovranno essere spese bene e in tempi molto brevi". Senza una spesa di qualità rischiamo – ha aggiunto - di costruire un futuro economico debole e vulnerabile, lasciando alla 'next generation', per l'appunto, soltanto debiti.








Tags: Carlo Sangalli, Confcommercio, Imprese, Ministro dello Sviluppo Economico Giancarlo Giorgetti, Presidente della Repubblica Sergio Mattarella

Share this story: