Coronavirus, il virologo Pregliasco: “Sì, bisogna avere paura, perché stanno finendo i posti di terapia intensiva”

09 marzo 2020, ore 09:47

Il direttore sanitario del Galeazzi di Milano su RTL 102.5, in Non Stop News: "I ragazzi devono capire che parliamo dei loro nonni"

"Bisogna avere paura, in un'ottica di attenzione a tutti noi, perché nelle zone più a rischio, specialmente in Lombardia. I posti in terapia intensiva stanno finendo e bisogna dirlo, anche e soprattutto a chi vive nelle zone che non sono ancora toccate come la Lombardia perché l'azione e l'efficacia del distanziamento sociale di queste norme ha una maggiore efficacia quando la situazione è ancora all'inizio, così come nelle altre regioni. Mi riferiscono situazioni, di giovani in particolare, che non se ne importano e vanno avanti con assembramenti e sottovalutazioni di qualcosa che possiamo fare con serenità, piccole cose ma che possiamo fare ognuno di noi. Si possono fare delle passeggiate con tranquillità non assembrandosi e stando attenti a quelle norme di pulizia, di igiene personale, di distanziamento sociale e di attenzione alle superfici contaminate". Lo ha detto a Non Stop News stamattina Fabrizio Pregliasco, direttore sanitario del Galeazzi di Milano, parlando dell'emergenza sanitaria per il coronavirus.


Coronavirus, Pregliasco risponde agli ascoltatori di RTL 102.5


Rispondendo alle tante domande degli ascoltatori il virologo ha detto: "Non è facile spiegare ai più giovani queste giornate, c'è sempre la paura di sottovalutare o di eccedere. I giovani devono capire che possono toccare i nonni, gli zii, persone a loro care o care a un'altra persona e questo deve indurre ad una responsabilizzazione, dovendo fare cose per lo più banali per un po' di tempo ma che venga fatto da tutti sistematicamente perché, è vero, nei giovani per fortuna la patologia si diffonde poco - non è chiaro ancora il loro ruolo nel diffondere la malattia - ma anche nei giovani ci sono situazioni gravi. Anche il giovane che, magari, potrebbe avere un incidente in motorino, potrebbe non avere posto perché è occupato da altri che ne hanno bisogno". A proposito della possibilità che chi guarisca dal coronavirus, abbia delle ricadute: "I dati ad oggi ci dicono che hanno un'immunità per la vita ed è importante, perché riduce la quota delle persone suscettibili e che possono ammalarsi, questo è il problema di oggi: la possibile concentrazione eccessiva di casi, magari non gravi, ma situazione tutto sommato pericolosa per gli effetti sulla sanità. Tutte le persone, salvo chi ha complicanze che fanno precipitare la funzionalità polmonare o del cuore, guariscono. A volte con un passaggio in terapia intensiva durante la polmonite virale che è l'elemento più pesante e frequente rispetto alle altre infezioni respiratorie, il nostro organismo riesce - purtroppo nell'arco di alcune settimane - ed è una guarigione 'naturale' riferita alla nostra capacità di reazione". Di seguito il video integrale dell'intervista.

Coronavirus, il virologo Pregliasco: “Sì, bisogna avere paura, perché stanno finendo i posti di terapia intensiva”
Coronavirus, il virologo Fabrizio Pregliasco risponde agli ascoltatori

Il virologo Fabrizio Pregliasco, direttore sanitario del Galeazzi di Milano, ha risposto alle tante domande degli ascoltatori sul coronavirus. Come evitare di essere contagiati e di contagiare gli altri? Quali comportamenti assumere nella vita quotidiana e quali sospendere? In studio Giusi Legrenzi, Pierluigi Diaco e Fulvio Giuliani. Puoi seguire RTL 102.5 in RADIOVISIONE sul canale 36 del digitale terrestre, 736 di Sky, in FM, Digital Radio, dal sito internet ufficiale, dall’App e dai nostri social! Sito internet: https://www.rtl.it Facebook: https://www.facebook.com/RTL102.5/ Twitter: https://twitter.com/rtl1025 Instagram: https://www.instagram.com/rtl1025/ #rtl1025 #radiovisione

Tags: coronavirus, Fabrizio Pregliasco, interviste, non stop news

Share this story: