Giovani, il 61% vittima di bullismo, cresce la solitudine, un adolescente su tre ha visto proprie foto intime sui social

04 febbraio 2021, ore 14:00 , agg. alle 14:14

Sono i dati che emergono dall’Osservatorio Indifesa 2020, di Terre des hommes e Scuolazoo. Numeri che anticipano la Giornata internazionale contro il bullismo, del 7 febbraio, e il Safer Internet Day del 9

Soli, alle prese con il male del bullismo, a volte in pericolo nei meandri della vita digitale. Fotografia dei giovani, poco confortante ma allo stesso tempo benzina per lavorare a un cambio di rotta. Ad essere vittima di bullismo o di cyber bullismo, ritenuti (dopo violenze sessuali e droghe) i problemi principali che interessano la vita dei ragazzi, è il 61% dei giovani. Il 68% dice di esserne stato testimone almeno una volta. Sei adolescenti su dieci, invece, non si sentono sicuri sul web. Sono i dati che emergono dall’Osservatorio Indifesa 2020, di Terre des hommes e Scuolazoo. Numeri che anticipano la Giornata internazionale contro il bullismo, del 7 febbraio, e il Safer Internet Day del 9.


Il 93% degli adolescenti afferma di sentirsi solo

Per le ragazze – emerge dallo studio – l’incubo maggiore è quello del Revenge porn (52,16%), ovvero la diffusione di immagini sessualmente esplicite che puntano a umiliare chi è vittima di queste dinamiche. Nell’anno segnato dalla pandemia da Covid 19, il 93% degli adolescenti ha affermato di sentirsi solo: dato che, rispetto al 2019, ha subìto un aumento del 10%. Il 48% dei giovani ha detto di provare solitudine “molto spesso” (l’anno scorso il valore si attestava al 33%). Si tratta di dati raccolti attraverso le risposte di seimila ragazzi italiani, tra i 13 e i 23 anni.


Gli episodi di violenza? Spesso dai coetanei

Gli episodi di violenza, secondo i racconti dei ragazzi, provengono nel 42,23% dei casi da coetanei. Il 44,57% delle ragazze segnala il forte disagio provocato da commenti di carattere sessuale ricevuti online. L’8,02% delle ragazze dice di essere stata autrice di atti di bullismo o di cyberbullismo, valore che raggiunge il 14,76% tra i maschi.


Sei giovani su dieci non si sentono al sicuro online

C’è poi il fronte della vita digitale. Sei giovani su dieci dicono di non sentirsi al sicuro online. Ad essere più preoccupate sono le ragazze: il 61,36% di loro mette in guardia su social media e app di incontri. Al primo posto, tra i rischi, il cyberbullismo (66,34%), ma anche la perdita della propria privacy (49,32%), il Revenge porn (41,63%), il rischio di adescamento da parte di malintenzionati (39,20%), lo stalking (36,56%) e le molestie online (33,78%).


Un adolescente su tre ha visto circolare sue foto intime sui social

Proprio a proposito di Revenge porn, un adolescente su tre racconta di aver visto circolare foto intime sue, o di amici sui social network. Quasi la totalità delle ragazze intervistate (95,17%) spiega che vedere le proprie foto o i propri video hot online o sugli smartphone sia paragonabile a subire una violenza fisica. Secondo il report, nel nostro Paese persistono vecchi pregiudizi da abbattere: il 15,21% dei ragazzi considera una "ragazza facile" l’adolescente che decide di condividere foto o video hot con il/la partner. Ad essere d’accordo con questa tesi, invece, è solo l'8,39% delle ragazze.


Ferrara, direttore di Terre des Hommes: “I dati destano allarme”

"I dati dell'Osservatorio Indifesa 2020 destano allarme e ci dicono come gli effetti della pandemia e i drastici cambiamenti che questi hanno portato nella vita dei ragazzi siano già oggi drammatici. L'isolamento sociale, la didattica a distanza e la perdita della socialità stanno provocando una profonda solitudine e demotivazione ma anche ansia, rabbia e paura". È il commento di Paolo Ferrara, Direttore Generale di Terre des Hommes, che illustra i dati emersi dalle risposte di 6.000 adolescenti. "Sui social aumentano i rischi di bullismo, cyberbullismo e, per le ragazze, di Revenge porn, che sottintende il tradimento di un rapporto di fiducia: non possono essere ammessi atteggiamenti ambigui o colpevolizzanti nei confronti delle vittime", conclude Ferrara.


Giovani, il 61% vittima di bullismo, cresce la solitudine, un adolescente su tre ha visto proprie foto intime sui social
Tags: bullismo, cyberbullismo, giovani, revenge porn, scuolazoo, social, terre des hommes

Share this story: