Giulio Regeni, dopo otto anni si è aperto il processo a carico dei quattro 007 egiziani

Giulio Regeni, dopo otto anni si è aperto il processo a carico dei quattro 007 egiziani

Giulio Regeni, dopo otto anni si è aperto il processo a carico dei quattro 007 egiziani Photo Credit: AgenziaFotogramma.it


Prossima udienza il 18 marzo. "Erano otto anni che aspettavamo questo momento" hanno dichiarato, tramite il legale, i genitori del ricercatore torturato e ucciso nel 2016

"Erano otto anni che aspettavamo questo momento. Finalmente speriamo che il processo possa partire". Parla così l'avvocato Alessandra Ballerini, legale di Claudio e Paola Regeni, genitori del ricercatore friulano torturato e ucciso a Il Cairo nel 2016. "Sono state sollevate le questioni preliminari che erano già stata rigettate in tutte le altre aule di giustizia" spiega l'avvocato al termine della prima udienza del processo a carico dei quattro agenti dei servizi segreti egiziani accusati del sequestro e dell'omicidio. "Speriamo" aggiunge "di potere avere un processo contro chi ha fatto tutto il male del mondo a Giulio". Tra le eccezioni sollevate dai difensori, anche l'indeterminatezza del capo di imputazione e il difetto di giurisdizione. La Procura di Roma ha chiesto il rigetto. La prossima udienza si terrà il 18 marzo. 


UN PROCESSO TORTUOSO

Un processo a cui si è arrivati dopo un tortuoso iter giudiziario a causa dell'assenza degli imputati, sbloccato dopo che la Consulta, nel settembre scorso, aveva mandato a giudizio il generale Tariq Sabir, i colonnelli Athar Kamal e Uhsam Helmi e il maggiore Magdi Ibrahim Abdel Sharif. Nel processo si è costituita parte civile la Presidenza del Consiglio che ha sollecitato, in caso di condanna degli imputati, un risarcimento da 2 milioni di euro. Nell'atto, l'Avvocatura dello Stato scrive che si è in presenza di "un orrendo crimine" che "ha colpito profondamente la comunità nazionale, per le incomprensibili motivazioni e per le crudeli modalità di esecuzione". Oggi fuori dalla cittadella giudiziaria si sono radunati in tanti, esponendo lo striscione "Verità per Giulio Regeni". 

Argomenti

007
Egitto
Giulio Regeni
processo

Gli ultimi articoli di Ludovica Marafini

  • Cybersecurity, nel 2023 aumentano gli attacchi. Pesano i conflitti, preoccupa l'intelligenza artificiale

    Cybersecurity, nel 2023 aumentano gli attacchi. Pesano i conflitti, preoccupa l'intelligenza artificiale

  • Israele attacca una base militare in Iran. Teheran: "Se ci sarà un nuovo errore la nostra risposta sarà definitiva"

    Israele attacca una base militare in Iran. Teheran: "Se ci sarà un nuovo errore la nostra risposta sarà definitiva"

  • Iran, se Israele attacca pronta un'arma mai usata prima. Dalla comunità internazionale appello alla de-escalation

    Iran, se Israele attacca pronta un'arma mai usata prima. Dalla comunità internazionale appello alla de-escalation

  • Centrale di Suviana, trovati due corpi. Sono 5 le vittime accertate. Le ricerche proseguono

    Centrale di Suviana, trovati due corpi. Sono 5 le vittime accertate. Le ricerche proseguono

  • Aeroporti di Roma, arriva Master of Mistakes, l'opera di Daniele Sigalot sul valore degli errori

    Aeroporti di Roma, arriva Master of Mistakes, l'opera di Daniele Sigalot sul valore degli errori

  • I libri si sentono soli, il viaggio di Luigi Contu nella biblioteca di famiglia e nella storia italiana

    I libri si sentono soli, il viaggio di Luigi Contu nella biblioteca di famiglia e nella storia italiana

  • Ucraina, esplosioni intorno alla centrale nucleare di Zaporizhzhia. Tra Mosca e Kiev è scambio di accuse

    Ucraina, esplosioni intorno alla centrale nucleare di Zaporizhzhia. Tra Mosca e Kiev è scambio di accuse

  • Allerta massima in Israele per un possibile attacco dall'Iran. Hamas, "i colloqui a un punto morto"

    Allerta massima in Israele per un possibile attacco dall'Iran. Hamas, "i colloqui a un punto morto"

  • Gaza, la strage dei volontari. Per Israele è stato un errore, la comunità internazionale chiede chiarezza

    Gaza, la strage dei volontari. Per Israele è stato un errore, la comunità internazionale chiede chiarezza

  • Papa Francesco cambia il suo funerale e ricorda Benedetto XVI: "Era come un padre"

    Papa Francesco cambia il suo funerale e ricorda Benedetto XVI: "Era come un padre"