Ikea, 46 milioni a famiglia di bimbo ucciso da cassettiera

07 gennaio 2020, ore 12:00

L’incidente avvenne in California nel 2017, coinvolto Jozef Dudek, un bambino di due anni

La famiglia di Jozef Dudek, un bambino californiano di due anni morto schiacciato da una cassettiera Malm nel 2017 riceverà un risarcimento da parte di Ikea di 46 milioni di dollari. Lo ha annunciato l’avvocato di Joleen e Craig Dudek, i genitori di Jozef. In seguito un portavoce del colosso svedese ha confermato. Nel 2016 le famiglie di altri tre bambini morti sotto il peso delle cassettiere, Camden Ellis (2 anni), Curren Collas (anni), e Ted McGee (1 anno e 11 mesi), avevano raggiunto un accordo di 50 milioni di dollari con Ikea. Dudek rimase schiacciato sotto i cassetti del mobile del peso di oltre 30 chili il 24 maggio 2017, a Buena Park in California. La cassettiera non era stata fissata al muro come da istruzioni, i Dudek avevano comunque fatto causa, affermando che la casa svedese era al corrente che la sua linea di cassettiere Malm fosse incline a ribaltamenti e non aveva avvisato i clienti del design instabile. Nel 2016, infatti, Ikea aveva offerto kit di ancoraggio a muro gratuiti ai suoi clienti, oltre ad emettere un richiamo per 29 milioni di cassettiere Malm negli Usa. Ma i Dudek, che avevano acquistato la cassettiera nel 2008, hanno sostenuto di non essere mai stati avvisati del richiamo da Ikea.
Ikea, 46 milioni a famiglia di bimbo ucciso da cassettiera
Tags: bimbo, california, ikea, ucciso

Share this story: