Incredibile ritrovamento tra i rifiuti: un violino del ‘700

Incredibile ritrovamento tra i rifiuti: un violino del ‘700

Incredibile ritrovamento tra i rifiuti: un violino del ‘700


Si tratta dell’incredibile storia di un violino, che è tornato a suonare ieri sera al concerto in piazza Unità d'Italia a Trieste, nell'ambito delle iniziative collaterali per la 50/a settimana sociale dei cattolici italiani.

In mezzo ad altri rifiuti; senza corde, con parti interne mancanti e qualche danno alla cassa armonica. Non un gioiello ma ciò che restava di uno strumento da conservare, forse recuperare, qualcuno che con esperienza capisce che non sia un oggetto qualsiasi in pessime condizioni. 

Si tratta dell’incredibile storia di un violino, che è tornato a suonare ieri sera al concerto in piazza Unità d'Italia a Trieste, nell'ambito delle iniziative collaterali per la 50/a Settimana sociale dei cattolici italiani.

La storia

Il fortunato ritrovamento è stato fatto non da una persona qualunque ma da Matteo Fanni Canelles, diventato maestro di musica e poi anche direttore dell’ Accademia Ars Nova di Trieste, animato da una evidente sensibilità musicale. Dunque lui e sua figlia hanno recuperato quel pezzo di violino con l’idea di sottrarlo alla distruzione. Ma è bastato qualche ritocco indispensabile e poco tempo per capire che fosse un violino prezioso. Non un Guarnieri o uno Stradivari, ma uno strumento di ottima fattura, e anche di un certo valore.

Quello strumento oggi ha un nome, datogli dal nuovo proprietario, «Antico violino ritrovato», e, qualora lo avesse già fatto in passato, è tornato ad esibirsi in pubblico.

Ieri, nel corso della serata concerto di Vecchioni e Cocciante in piazza Unità d’Italia, nell’ambito della 50/a Settimana sociale dei cattolici italiani, ha fatto sentire la sua «voce». Lo stesso palco sul quale è atteso Papa Francesco domenica mattina.

Il racconto

«Lo abbiamo trovato e recuperato nella spazzatura, a Trieste, nell’aprile 2023 - spiega Fanni Canelles - lo abbiamo restaurato insieme con un liutaio. C'era un’etichetta su cui era scritto 'restaurato nel 1935', dunque ho pensato che potesse essere stato costruito nell’Ottocento». Al maestro di musica non era sfuggito che non si trattasse di un violino di quelli prodotti in massa, di scarso valore, ma non aveva pensato «che si trattasse di un prodotto di altissima liuteria». Infatti, il liutaio è convinto «che lo stile della tastiera sia di fine Settecento e che è stato usato tantissimo. Ha un suono stupendo, come quello di uno strumento da 50 o 60 mila euro. Ha il suono di un Guarnieri, celestiale».

La realtà di Canelles

A impugnare il violino sul palco è stata una ragazza austriaca di 13 anni, Lorea Mimura, vincitrice di un concorso internazionale.

Fanni Canelles e suoi allievi si esibiscono ogni giorno in un piccolo stand tra i circa 50 allestiti in centro città per la Settimana sociale, ieri hanno affidato lo strumento appunto alla giovane ragazza. Non è un caso: la favola buona del violino si attaglia allo spirito della conferenza della Settimana e degli insegnamenti di Papa Francesco, «lo scarto dell’uomo che può riacquistare dignità, è una metafora che da un oggetto può essere traslato alle persone». Dunque, il maestro ha contattato la Santa Sede e proposto la storia violino ritrovato. E in Vaticano hanno accettato.



Argomenti

musica
vaticano
violino

Gli ultimi articoli di Pietro Sorace

  • La 17enne newyorkese che incanta gli USA: accettata in 28 college

    La 17enne newyorkese che incanta gli USA: accettata in 28 college

  • Le Nazioni Unite sulla popolazione mondiale: arriveremo a 10,3 miliardi di persone entro 60 anni

    Le Nazioni Unite sulla popolazione mondiale: arriveremo a 10,3 miliardi di persone entro 60 anni

  • Una notizia da leccarsi i baffi: arriva il primo albero genealogico dei vari tipi di pasta ripiena italiana

    Una notizia da leccarsi i baffi: arriva il primo albero genealogico dei vari tipi di pasta ripiena italiana

  • 45 milioni di dollari al mese alla campagna di Trump: il regalo di Musk all’amico Donald

    45 milioni di dollari al mese alla campagna di Trump: il regalo di Musk all’amico Donald

  • Sono realtà i primi topi con sistema immunitario umano completo e funzionante. Saranno utili per studiare malattie, sviluppare farmaci e vaccini

    Sono realtà i primi topi con sistema immunitario umano completo e funzionante. Saranno utili per studiare malattie, sviluppare farmaci e vaccini

  • Capitale italiana della Cultura 2027: arriva la candidatura di Pompei

    Capitale italiana della Cultura 2027: arriva la candidatura di Pompei

  • Lo studio che smonta il successo social basato sui numeri: per essere virali ci vuole qualità nei contenuti

    Lo studio che smonta il successo social basato sui numeri: per essere virali ci vuole qualità nei contenuti

  • Tragedia in Sudafrica: turista spagnolo esce dall'auto del safari che stava facendo e viene travolto da un elefante

    Tragedia in Sudafrica: turista spagnolo esce dall'auto del safari che stava facendo e viene travolto da un elefante.

  • Francia, non solo elezioni: vendute all'asta le pistole con cui Napoleone tentò di suicidarsi

    Francia, non solo elezioni: vendute all'asta le pistole con cui Napoleone tentò di suicidarsi

  • Il Regno Unito alle elezioni: il gatto Larry si prepara ad accogliere il suo sesto premier

    Il Regno Unito alle elezioni: il gatto Larry si prepara ad accogliere il suo sesto premier