Manovra, cambiano la tassa sulle auto e quella sulla plastica

26 novembre 2019, ore 19:00

Il governo ci ripensa e modifica le due misure. Ma al Senato l’arrivo in aula della legge di bilancio slitta

Niente da fare per la proposta M5S, formalizzata con un emendamento alla Finanziaria, che puntava a una stretta sugli studi dentistici con titolari non medici, chiedendo che tali società potessero essere costituite solo tra professionisti iscritti all'Albo. La commissione Bilancio del Senato l'ha giudicata inammissibile per materia salvando invece, al momento, il bonus per le cure dentali per le fasce più deboli. Intanto Giuseppe Conte fa ammenda sulle auto aziendali, la tassa 'sarà rimodulata fino a svuotarne l'effetto negativo che potrebbe avere sul sistema produttivo', dice il premier. Sarà rimodulata e dimezzata anche la plastic tax: rinviata di 6 mesi, allungata nel tempo, nel primo periodo sarà limitata 'a specifici prodotti fortemente impattanti sull'ambiente', afferma il ministro Stefano Patuanelli. Invece la Commissione bilancio del Senato ha dichiarato ammissibili gli emendamenti per cancellare quota 100 e il reddito di cittadinanza, emendamenti che dunque saranno votati. Ma l’arrivo in aula della manovra dovrebbe slittare oltre il 3 dicembre: i lavori in commissione Bilancio - si apprende - dovrebbero rimanere sostanzialmente bloccati fino a venerdì, quando il governo dovrebbe depositare un pacchetto di emendamenti. A questo seguirà la presentazione dei sub emendamenti e quindi le prime votazioni sulle proposte di modifica non dovrebbero iniziare prima della prossima settimana. Per questo tra i senatori serpeggia la convinzione che il testo non potrà essere trasmesso all'Aula prima della fine della prossima settimana, se non oltre.
Manovra, cambiano la tassa sulle auto e quella sulla plastica

Share this story: