Matteo Salvini in diretta su RTL 102.5: “Mi spiace per i campani, ma dove c’è il ducetto De Luca le disposizioni sono diverse; centrodestra, non credo a partiti unici”

28 giugno 2021, ore 10:00 , agg. alle 10:18

Il leader della Lega è stato ospite questa mattina in diretta su RTL 102.5 nel programma Non Stop news condotto da Giusi Legrenzi ed Enrico Galletti




Da oggi senza mascherina

“Ieri sera a mezzanotte e un minuto ero in giro a Milano in bici con amici e ci siamo fermati, perché simbolicamente, da un punto di vista sociale, morale, del lavoro, è un bel passo in avanti, sempre prudenza, ma un bel ritorno alla normalità su cui la Lega ha insistito parecchio. Mi spiace per i campani perché c’è una regola approvata dalla comunità scientifica e invece dove c’è il ducetto De Luca la gente ha disposizioni e vita diverse e non mi sembra normale”.

I prossimi Referedum

“Da venerdì sarà possibile votare, saranno sei referendum per cercare di fare quello che in 30 anni la politica non è riuscita a fare, ovviamente servono un milione di firme, penso che il referendum sia il trionfo della democrazia e della trasparenza”.

Il futuro della Lega

“Gli italiani ci chiedono di far veloci sulla salute, sul lavoro e sul taglio delle tasse: sulla salute rispetto a qualche mese fa si sta correndo per fortuna, sul lavoro si è trovato un equilibrio positivo, e bisognerebbe ripensare al reddito di cittadinanza perché in questa estate in molti imprenditori non trovano personale perché è più comodo stare a casa con il reddito di cittadinanza. Sul taglio delle tasse stamattina abbiamo una riunione e l’obiettivo è quello di rimandare le caselle esattoriali a dopo l’estate e l’aumento della flat tax per le partite iva fino a 100mila euro e per fare tutto questo un centrodestra compatto serve, partendo da chi ha sostenuto il governo Draghi ovviamente, io non credo a partiti unici che nascono e che muoiono, che si fondono, penso non cambino la storia del paese”.

“Chi ha scelto di stare all’opposizione ovviamente non può fare proposte di leggi comuni sulle riforme che stiamo affrontando, ma partendo dal centrodestra e muovendosi insieme, parlare con una voce e votare in Parlamento nella stessa maniera, penso che sarebbe utile al Paese”.

“Io penso che dal 2023 il centrodestra governerà per parecchio tempo questo Paese in nome dell’unità, in questo momento se qualcuno sostiene le scelte e le riforme di Draghi e le vota in Parlamento o se qualcuno invece vota contro, io non posso trasformarlo in qualcuno che vota a favore”.

La proposta della Lega per il DDL Zan

“Noi siamo disponibili a votarla anche domani la proposta di legge che aumenta le pene per chi aggredisce, per chi discrimina sulla base della vita sessuale, della razza, della religione, ognuno è libero di vivere la vita come vuole. Quello che noi, come tante associazioni e la Santa Sede abbiamo contestato, è l’introduzione di nuovi reati d’opinione e il fatto che alcuni temi arrivino sui banchi di scuola dei bambini di sei anni e penso che a quell’età debba essere la famiglia a dover affrontare quelle scelte”.

“Se Pd e 5 Stelle preferiscono continuare con l’ideologia non fanno un buon servizio a gay, trans e lesbiche ma li usano, invece io vorrei proteggere qualcuno. Ho mandato un messaggio a Letta la scorsa settimana e manco mi ha risposto”.


Un commento sugli Europei

“Spero di vedere tanti azzurri inginocchiati durante la partita come Chiesa dopo il gol, da tifoso degli azzurri vorrei vedere tanti inginocchiamenti in seguito alla reti fatte. Per scaramanzia non dico niente se non che abbiamo una grande squadra, un grande collettivo e un grande mister”.

Matteo Salvini in diretta su RTL 102.5:  “Mi spiace per i campani, ma dove c’è il ducetto De Luca le disposizioni sono diverse; centrodestra, non credo a partiti unici”
Matteo Salvini: la ripartenza estiva e il referendum sulla giustizia
Tags: matteo salvini, rtl 102.5

Share this story: