Ocean Vicking, Parigi contro Roma, no della Francia all'accoglienza di 3500 rifugiati dall'Italia

10 novembre 2022, ore 18:00

Reazione totalmente incomprensibile. Così il ministro dell'Interno Matteo Piantedosi

Continua il braccio di ferro tra Roma e Parigi sui migranti. La Francia ha deciso di far attraccare a Tolone, in via del tutto eccezionale, la Ocean Vicking, il cui arrivo è previsto per domani, ma ha anche annunciato di non essere più disposta ad accogliere 3.500 migranti dal nostro Paese che avrebbero dovuto essere ridistribuiti in base al piano di ricollocamento europeo. Non solo. Ha affermato che vi saranno gravi conseguenze nelle relazioni bilaterali e ha chiesto ai partner europei, che partecipano al meccanismo di ricollocamento, di sospendere l’accoglienza dei profughi attualmente in Italia. Tra le misure di ritorsione contro il nostro Paese, per il mancato sbarco della nave della ong Sos Méditerranée, Parigi ha previsto il rafforzamento dei controlli alle frontiere.


La Replica di Tajani 

"La reazione della Francia mi è sembrata sproporzionata rispetto alla vicenda”. Così il ministro degli Esteri,  Antonio Tajani,   sullle ripercussioni del caso Ocean Viking. “Bisogna affrontare il tema con maggiore serenità e si possono e si devono trovare soluzioni a livello europeo, perché se non si interviene a quel livello non si può risolvere una questione che riguarda anche la rotta balcanica”, ha aggiunto Tajani.


Matteo Piantedosi, Italia sola 

'L’ Europa si era impegnata a ricollocare 8mila persone, ne ha ricollocate 117, 38 in Francia. Non aderiremo a Patto Ue che non bilanci solidarietà e responsabilità. La reazione che la Francia sta avendo di fronte alla richiesta di dare accoglienza a 234 migranti, quando l'Italia ne ha accolti 90 mila solo quest' anno, è totalmente incomprensibile di fronte ai continui richiami alla solidarietà dovuta a queste persone. Quello che non capiamo è in ragione di cosa l'Italia dovrebbe accettare di buon grado qualcosa che gli altri non sono disposti ad accettare''. Questa la replica di Matteo Piantedosi alle dichiarazioni del collega francese Gerald Darmanin. “La solidarietà europea viene sbandierata ma l'Italia ha affrontato finora questo problema da sola e il nostro sistema di accoglienza è in gravissima difficoltà'', ha sottolineato ancora il nostro ministro dell’Interno. Intanto, Bruxelles in merito al caso Ocean Vicking ha parlato di obbligo legale al salvataggio, ribadebdo di aver chiesto lo sbarco immediato dei migranti per evitare una catastrofe umanitaria


Ocean Vicking, Parigi contro Roma, no della Francia all'accoglienza di 3500 rifugiati dall'Italia
Tags: Parigi, Piantedosi, Roma, Tajani, Agenzia Fotogramma, Francia, Migranti, Ocean Vicking, ricollocamento

Share this story: