Parla il padre di Giulia Cecchettin, ragazze denunciate per avere salva la vita

Parla il padre di Giulia Cecchettin, ragazze denunciate per avere salva la vita

Parla il padre di Giulia Cecchettin, ragazze denunciate per avere salva la vita


A Vigonovo, nel venziano, una fiaccolata in memoria della giovane uccisa dall'ex fidanzato. Filippo Turetta è stato arrestato in Germania

Ragazze denunciate per non essere qui a celebrare di nuovo un altro femminicidio. Mi faccio delle domande, purtroppo per me il tempo è al passato, ora facciamo qualcosa per chi può essere ancora salvato''. Così il papà di Giulia Cecchettin a Vigonovo. prima della fiaccolata in memoria della figlia. "Giulia ci manca tantissimo ma dobbiamo guardare al futuro", ha aggiunto lanciando un messaggio a tutte le donne: “guardatevi bene nella vostra relazione. Comunicare col papà, col fratello, con chiunque vi possa dare fiducia. Ma se avete anche solo il minimo dubbio che la relazione non sia quella che voi desiderate comunicatelo, perché è solo in questo modo che avrete salva la vita”.  Filippo Turetta, scappato in auto, è stato tradito dalle luci spente obbligatorie anche durante il giorno in Germania. La sua fuga di mille chilometri è terminata in Bassa Bassonia sulla corsia d’emergenza di un' autostrada tedesca perché aveva finito i soldi per la benzina. Il 22enne  è apparso stanco e rassegnato agli agenti che hanno lo arrestato vicino a Lipsia. Non ha opposto resistenza il presunto killer, di cui si erano perse le tracce domenica scorsa e su cui pendeva un mandato di cattura internazionale per omicidio. In merito all’estradizione, il ministro degli Esteri Tajani ha detto che, grazie alla collaborazione in atto tra Italia e Germnia, dovrebbe essere nel nostro Paese a entro 48 ore. Con il passare del tempo si fa sempre più chiaro il quadro del delitto di Gilua Cecchettin,  scomparsa una settimana da Vigonovo,  con l‘ex fidanzato. Il corpo della giovane, uccisa a coltellate, è stato trovato ieri vicino al lago di Barcis,  in provincia di Pordeone. La vittima, però, era già morta quanto è stata cariata sull’auto da Turetta, domenica scorsa a Fossò, dopo l’aggressione immortalata dalle telecamere di una fabbrica. Tra i reperti raccolti nella zona industriale anche un coltello spezzato. Il ministro dell’Università Bernini ha fatto sapere che Giulia avrà la sua laurea in ingegneria. Martedì si terrà un minuto di silenzio nelle scuole.


Parla il padre di Filippo Turetta

"Siamo ancora sotto shock da quello che ha combinato nostro figlio. Non capiamo come possa essere successa una cosa del genere, e porgiamo le massime condoglianze, siamo vicinissimi alla famiglia di Giulia, perché le volevamo bene". Così Nicola Turetta ha parlato stasera con i giornalisti uscendo dalla casa di Torreglia, nel padovano. “Giulia l'abbiamo conosciuta bene. Veniva qua con Filippo ci vedevano. Sembrava una coppia perfetta; nessuno riporterà più Giulia. Siamo molto vicini a questa famiglia, e non riusciamo a capire come possa aver fatto una cosa così un ragazzo a cui abbiamo cercato di dare tutto", ha aggiunto il genitore del ragazzo catturato in Germania. "Io da padre ho pensato che fosse un figlio perfetto, perché non mi aveva dato mai nessun problema, né a scuola né con i professori, mai un litigio con qualche compagno di scuola o che altro. Mai. Con il fratello più piccolo, neanche una baruffa. Trovarmi con una cosa del genere, voi capite che non è concepibile, ci dev'essere qualcosa che è entrata in lui", ha spiegato Nicola Turetta. “Diceva senza Giulia non posso più vivere, ma gli dicevo hai 20 anni ne troverai un'altra”, ha dichiarato ancora il padre di Filippo, riferendo di una volta in cui il figlio aveva seguito Giulia a Padova.



Argomenti

Agenzia Fotogramma
femminicidio
Giulia Cecchettin
Lipsia
fiaccolata
Filippo Turetta
omicidio
Vigonovo

Gli ultimi articoli di Alessandra Giannoli

  • Le truppe russe avanzano in Ucraina, Mosca prepara una nuova offensiva secondo Zelensky

    Le truppe russe avanzano in Ucraina, Mosca prepara una nuova offensiva secondo Zelensky

  • Prima Giornata Mondiale dei Bambini, in cinquantamila all’Olimpico per il grande abbraccio a Papa Francesco

    Prima Giornata Mondiale dei Bambini, in cinquantamila all’Olimpico per il grande abbraccio a Papa Francesco

  • A Palazzo Chigi la premier Meloni incontra il primo ministro palestinese Mustafa

    A Palazzo Chigi la premier Meloni incontra il primo ministro palestinese Mustafa

  • Luciano Benetton, fondatore dell’omonimo Gruppo, lascia la propria azienda

    Luciano Benetton, fondatore dell’omonimo Gruppo, lascia la propria azienda

  • La Corte internazionale di giustizia dell’Aja ordina a Israele lo stop dell’offensiva a Rafah

    La Corte internazionale di giustizia dell’Aja ordina a Israele lo stop dell’offensiva a Rafah

  • Secondo fonti russe il presidente Putin sarebbe pronto a un cessate il fuoco in Ucraina, il Cremlino smentisce

    Secondo fonti russe il presidente Putin sarebbe pronto a un cessate il fuoco in Ucraina, il Cremlino smentisce

  • Un cambio di Europa è possibile, così Giorgia Meloni all’evento di Vox a Madrid

    Un cambio di Europa è possibile, così Giorgia Meloni all’evento di Vox a Madrid

  • Terminata la visita di Papa Francesco a Verona, una giornata densa di appuntamenti

    Terminata la visita di Papa Francesco a Verona, una giornata densa di appuntamenti

  • Chico Forti in Italia, non vedo l’ora di riabbracciare mia madre

    Chico Forti in Italia, non vedo l’ora di riabbracciare mia madre

  • All’età di 68 anni è morto a Roma il giornalista Franco di Mare, da tempo era  malato di cancro

    All’età di 68 anni è morto a Roma il giornalista Franco di Mare, da tempo era malato di cancro