Quinto giorno consecutivo di bombardamenti sull'Ucraina, sotto attacco Kiev e Kharkiv

28 febbraio 2022, ore 06:38 , agg. alle 07:01

Per il presidente ucraino Zelensky le prossime ore saranno cruciali per il conflitto. Secondo alcune fonti, la Bielorussia sarebbe sul punto di unirsi alle forze militari russe. Ieri un referendum costituzionale ha assegnato più poteri al Presidente Lukashenko e ha eliminato ogni riferimento al Paese come "Zona denuclearizzata"

Per il quinto giorno consecutivo , infuriano i combattimenti in Ucraina. L’offensiva russa si concentra ancora una volta sulle città . Nuove esplosioni si sono udite a Kiev e a Kharkiv intorno alle 3 del mattino, dopo alcune ore di calma apparente. Lo afferma sul suo canale Telegram il servizio statale per le comunicazioni, secondo quanto riferito dalla Ukrainska Pravda. Le operazioni sono in corso anche a Chernihiv, nel nord del Paese. Un missile avrebbe colpito un edificio residenziale che è in fiamme. Non è chiaro se ci siano persone coinvolte. Bombardamenti ucraini hanno invece interessato il Donbass: Le forze armate di Kiev hanno colpito nove insediamenti nella Repubblica popolare di Lugansk 16 volte nelle ultime 24 ore, secondo quanto affermato dalla missione di Lugansk presso il Centro congiunto per il controllo e il coordinamento in una dichiarazione su Telegram. “Le Repubbliche popolari di Donetsk e Lugansk hanno riportato i bombardamenti piu' pesanti degli ultimi mesi, che hanno causato vittime civili e danneggiato infrastrutture civili”, fa sapere la missione.

"Le prossime ore cruciali"

In una telefonata con il premier inglese Johnson , il presidente Ucraino Volodymyr Zelensky ha dichiarato che le prossime 24 ore saranno cruciali per l’Ucraina. Il leader ha fatto sapere di aver avuto una conversazione anche con la presidente della commissione europea, Ursula Von der Leyen e con il presidente polacco  Andrzej Duda. "L'Ucraina e' una di noi e la vogliamo nell'Unione", aveva dichiarato ieri la numero uno dell’esecutivo di Bruxelles , parlando ai microfoni di Euronews.

La Bielorussia

Si guarda ai colloqui di pace che dovrebbero iniziare nelle prossime ore. Le delegazioni si incontreranno sulle sponde del fiume Pripyat, alle porte della Bielorussia. Un terreno di confine preteso dal governo di Volodymyr Zelensky per motivi politici e di sicurezza, dopo che Alexander Lukashenko aveva permesso l'invasione anche dal suo territorio. I passi compiuti nelle ultime ore da Minsk non fanno ben sperare. Il Paese sarebbe sul punto di unirsi alle truppe russe nella guerra in atto. Lo riporta il Kyiv independent, secondo il quale  l'entrata in guerra della Bielorussia potrebbe avvenire "nel giro di ore. Intanto ieri più del 65% dei bielorussi ha detto sì a un referendum di modifica della costituzione per assegnare più poteri al presidente. L'esito della consultazioni è stato annunciato stanotte dalla Commissione elettorale centrale. Il referendum ha eliminato dalla Carta anche ogni riferimento alla Bielorussia come territorio denuclearizzato .


Quinto giorno consecutivo di bombardamenti sull'Ucraina, sotto attacco Kiev e Kharkiv
Tags: Bielorussia, Kiev, Russia, Ucraina

Share this story: