Scrivici in Diretta
Il tuo messaggio in Radiovisione
YouONAir su Twitter
YouONAir su Facebook
I vostri messaggi al 349.349.102.5

Registrati

Accedi

FAQ:

×
news:
- Catania: rifiuti smaltiti illegalmente, sequestro preventivo della nave Aquarius e 24 indagati, sotto accusa la Ong Medici Senza Frontiere
- Roma: in corso la demolizione di otto ville abusive del clan Casamonica, il sindaco Raggi, giornata storica, Salvini, un bel segnale
- Roma: Decreto Legge sicurezza, Salvini, serve al Paese e passerà entro il 3 dicembre o salterà tutto, sulla manovra sono tranquillo
- Varese: quindicenne sequestrato e torturato da quattro coetanei in un garage, sarebbe stato legato a una sedia con fili elettrici
- Crotone: una tromba d'aria ha investito un treno locale a Roccabernarda, finestrini in frantumi, feriti in modo lieve alcuni passeggeri
- Usa: sparatoria a Chicago, un uomo uccide la fidanzata, morti anche un agente di polizia e un'infermiera, ammazzato l'aggressore
- Usa: incendi in California, sale a 79 il bilancio delle vittime, trovati i resti di altre due persone, sono ancora oltre 700 i dispersi
- Calcio: questa sera alle 20.45, a Genk, in Belgio, l'amichevole tra Italia e Stati Uniti, radiocronaca diretta integrale su Rtl 102.5
- Segui tutti gli aggiornamenti su rtl.it, twitter@rtl1025, facebook@rtl102.5 e instagram@rtl1025
11 ottobre 2018

Salvini, decreto sicurezza, negozi etnici chiusi alle 21

L’obiettivo del ministro dell'Interno è quello di "limitare gli abusi di certi negozi, che diventano ricettacolo di gente che fa casino"

Un emendamento al decreto sicurezza prevederà la chiusura entro le 21 dei "negozietti etnici che diventano ritrovo di spacciatori". L’ha annunciato questa mattina il Ministro dell’Interno Matteo Salvini. “L’obiettivo – ha spiegato – è quello di limitare gli abusi di certi negozi, che diventano ricettacolo di gente che fa casino". Immediata la reazione di Confesercenti, con il segretario generale Mauro Bussoni che ha detto: “Non si può fare una norma che discrimina determinati imprenditori rispetto ad altri. Chi ha un'attività commerciale ha diritti e doveri: il dovere di rispettare le regole e il diritto di restare aperti, sia che siano esercizi gestiti da stranieri, sia che siano gestiti da italiani”.

Salvini, decreto sicurezza, negozi etnici chiusi alle 21

Replica anche il Codacons: “L’apertura dei negozi etnici va vietata quando gli esercizi creano disordini, e in modo assoluto nei centri storici delle città, perché la loro presenza alimenta il degrado urbano e danneggia le bellezze artistiche come nel caso di Roma”. Salvini, inoltre, nel decreto chiede che le società di calcio paghino lo Stato che garantisce l’ordine pubblico ai loro eventi con il 5-10% dell’incasso dei biglietti.